Magazine di informazione economica di Brescia e Provincia

Pmi, la Regione rifinanzia con 3 milioni il bando a sostegno di manifatturiero e trasporti

in Bandi/Economia/Edilizia/Manifatturiero/Trasporti by

Le Piccole e Medie imprese lombarde, costituite e iscritte al Registro delle Imprese da almeno 24 mesi, potranno accedere al fondo di garanzia ‘Al Via’ gestito da Finlombarda.

La Giunta di Regione Lombardia ha infatti ha approvato una delibera, su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli, in cui sono ricollocati, nello stesso fondo di garanzia, altri 3 milioni di euro a favore delle imprese. I settori interessati sono quello del manifatturiero,
delle costruzioni, dei trasporti, dell’agromeccanico e dei servizi alle imprese iscritte all’Albo Regionale

MATTINZOLI: AL FIANCO DI CHI LAVORA – “Questa e’ una misura che risponde alle esigenze delle nostre imprese e alla loro
crescita”, ha detto l’assessore Mattinzoli.  “Un sostegno concreto per gli investimenti strategici, come l’acquisto di macchinari ed immobili o per interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive. Ancora una volta Regione Lombardia dimostra di essere al fianco di chi lavora, di chi produce” ha concluso l’esponente della Giunta lombarda.

MISURA AGEVOLATA – La misura agevolativa a favore delle imprese del ‘Fondo ‘Al via’, si compone di un finanziamento, una  garanzia gratuita sul finanziamento; un contributo a fondo perduto in conto capitale. Dopo la delibera verranno varati i provvedimenti attuativi.

Egm Group: indebitamento netto in calo da 69 a 32,7 milioni

in Acciaio/Automotive/Aziende/Bilanci/Economia/Eredi Gnutti by

Il rallentamento dell’economia europea, innescato soprattutto dalla riduzione della domanda da parte del settore dell’automotive, pesa sui conti, ma EGM Group completa positivamente il piano di risanamento iniziato nel 2015, riducendo ulteriormente la posizione finanziaria netta che passa dai 69 milioni di euro circa dell’esercizio 2017-2018 (chiuso al 31 luglio) ai 32,7 milioni di euro dell’esercizio 2018-2019.

Nel corso dell’anno gli investimenti, tra materiali e immateriali, sono stati complessivamente pari a 6 milioni di euro concentrati principalmente in due ambiti: uno tecnico-qualitativo per migliorare qualità del prodotto, servizi al cliente e produttività e uno legato alla sicurezza e ambiente.

I ricavi segnano un leggero rallentamento passando dai 213,4 milioni di euro dell’esercizio 2017-2018 ai 207 milioni dell’esercizio chiuso il 31 luglio 2019. La marginalità operativa diminuisce con un EBITDA pari a 8,2 milioni di euro contro i 13,5 milioni di euro dell’anno precedente. Restano fermi a quota 38,8 milioni i costi operativi che si mantengono sensibilmente inferiori agli anni precedenti (erano 43,2 milioni nell’esercizio 2016-2017). Il patrimonio netto si attesta a 49,7 milioni di euro portandosi a 1,5 volte rispetto all’indebitamento.

La Società bresciana, tra i leader nel settore delle barre in ottone e dei laminati in rame e leghe di rame, ha quindi messo in archivio l’esercizio con un risultato ante imposte che registra una contenuta perdita di circa 400mila euro.

GRUPPO EREDI GNUTTI METALLI

Il Gruppo EGM (Eredi Gnutti Metalli) è tra i leader in Europa nella produzione di barre in ottone e nastri in rame e sue leghe, dall’ottone al bronzo e leghe speciali. Il Gruppo, che ha sede a Brescia con la società Eredi Gnutti Metalli SpA (fondata nel 1860), si qualifica per un’ampia offerta e un servizio unico capace di rispondere in tempi rapidi alle necessità della grande industria europea così come del piccolo utilizzatore locale. L’attenzione alle necessità del singolo cliente, unite ad una visione responsabile della propria attività, fanno del Gruppo EGM un interlocutore affidabile testimoniato da un’esperienza in metallurgia di oltre 150 anni che oggi si declina nella capacità di servire con puntualità i mercati di riferimento proponendosi come global partner di alto livello, garantendo affidabilità e soluzioni condivise.

Bando Voucher per micro e piccole imprese lombarde

in Bandi/Economia by

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde, tramite Unioncamere Lombardia, nell’ambito degli impegni assunti con l’Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo e in attuazione della D.G.R. del 28 ottobre 2019, n. 2322, intendono intervenire a finanziare le Micro Piccole e Medie Imprese (MPMI) con sede operativa in Lombardia per facilitare il ricorso alla composizione delle crisi da sovraindebitamento presso gli Organismi di Composizione delle crisi da sovraindebitamento accreditati in Lombardia, al fine di avviarne l’esdebitazione e contribuire così alla prevenzione della vera e propria insolvenza e il conseguente rischio di ricorso a pratiche illegali come l’usura.

Maggiori informazioni alla pagina specifica del sito di Unioncamere Lombardia www.unioncamerelombardia.it alla sezione bandi – contributi alle imprese.

Decreto fiscale e ritenute negli appalti, le perplessità di Cna Brescia

in Associazioni di categoria/Cna/Istituzioni/Parlamento e governo by

Mentre si avvicina l’entrata in vigore del decreto fiscale collegato alla manovra di bilancio (in calendario l’1 gennaio 2020), crescono le perplessità rispetto ad alcune norme che complicherebbero ulteriormente la sopravvivenza delle imprese, in particolare di quelle più piccole e delle artigiane. L’articolo 4 del decreto fiscale pone in capo al committente un ulteriore adempimento: versare le ritenute da lavoro dipendente applicate ai lavoratori impiegati sia da appaltatori sia da subappaltatori, previo calcolo e versamento delle risorse da parte degli stessi appaltatori (per tutti gli appalti, anche quelli di un giorno solo). Appaltatore e subappaltatori restano sì responsabili della determinazione delle ritenute, ma al versamento dovrà provvedere il committente, tramite un modello F24 per ogni impresa (e senza prevedere la compensazione dei crediti).

Per le piccole realtà si tratta di un forte contraccolpo sulla gestione amministrativa, perché dovranno effettuare calcoli e controlli al posto dell’Amministrazione finanziaria, in particolare per il coordinamento fra più soggetti, e il ritardo di uno solo potrà impattare sull’intera procedura. Problemi potrebbero nascere anche nella gestione dei crediti fiscali in busta paga dei singoli lavoratori, come gli 80 euro e i rimborsi da assistenza fiscale.

L’applicazione della norma non si limita ai contratti d’appalto, ma comprende anche quelli non nominati o misti, di subfornitura, logistica, spedizione, trasporto e pulizie, nei quali oggetto del contratto è l’assunzione di un obbligo di fare da parte dell’impresa appaltatrice. Le misure sul versamento delle ritenute si abbatteranno, quindi, ben oltre i casi di illecita somministrazione di manodopera (per i quali esistono severe misure per evitare frodi sull’Iva).

“Nelle pieghe della Manovra scopriamo nuove complicazioni per il mondo degli artigiani – dichiara Eleonora Rigotti, presidente di Cna Brescia –. Non contestiamo il fatto che si prendano misure severe per contrastare l’illecita somministrazione di manodopera e le frodi sull’Iva, sia chiaro, ma che questo fenomeno venga affrontato caricando sulle spalle di tutti drastiche complicazioni in grado di generare, tanto lato committente quanto lato appaltatore e subappaltatore, un allarme generalizzato. Inoltre questo adempimento si somma e sovrappone all’obbligo di presentare il Durc, che già permette il controllo della regolarità contributiva aziendale”.

Potranno ancora utilizzare la procedura ordinaria gli appaltatori e subappaltatori che hanno un’attività da almeno cinque anni o hanno versato negli ultimi due anni un importo di ritenute superiore a 2 milioni, non soggetti a cartelle di pagamento oltre 50 mila euro.

Paolo Vismara rieletto presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Apindustria

in Api/Associazioni di categoria/Economia by
Giovani imprenditori di Apindustria Brescia

Paolo Vismara, titolare di VPM Group Srl di Alfianello, classe 1980, è stato rieletto ieri pomeriggio Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Apindustria Brescia per il triennio 2019/22 in occasione dell’Assemblea generale. Presidente anche di Unionchimica Apindustria Confapi Brescia dal 2018, Vismara è stato così confermato alla guida del Gruppo. La sua azienda, la VPM Group istituita nel 2010, si dedica alla produzione e distribuzione sul territorio italiano ed estero di prodotti chimici in genere, lubrificanti e additivi legati al settore Car Wash & Car Care, Ho.Re.Ca & Facilities, Automotive, Truck, Nautica, Industria e Agricoltura.

Al suo fianco, Monica Ferraboli (Meccanica Ponte Chiese Srl) come Vice Presidente vicario, Riccardo Costa (Elettronica Costa Srl) come Vice Presidente, e come consiglieri: Alessandro Stabile (IP Technology Srl), Daniele Vertua (Facchini Francesco Spa), Delia Costa (Elettronica Costa Srl), Marta Benussi (S.A.R.A Ing. Sandro Benussi Srl), Pietro Bresciani (Salumificio di Franciacorta Srl), Andrea Bellardi (Pieffe Oil Sas), Elia Mondini (Zima Srl), Federico Nicolini (Olimaint Sas).

«Quello che mi spinge a proseguire – spiega Vismara – è un senso di responsabilità nei confronti di un Gruppo al quale mi sento legato, con l’obiettivo di continuare a coltivare ed accrescere i buoni rapporti che si sono creati. Il programma che andremo a sviluppare avrà come punto focale la “Consapevolezza imprenditoriale”».

Neosperience Brescia, capitale sociale a 726.220 euro

in Economia/Finanza/Innovazione by
Neosperience in Borsa

Neosperience S.p.A. (“NEOSPERIENCE” o “NSP”), PMI innovativa e uno dei principali player nel settore della Digital Customer Experience, quotata su AIM Italia dal 20 febbraio 2019, comunica che, durante il Primo Periodo di Esercizio dei “Warrant Neosperience S.p.A. 2019-2021” (codice ISIN IT0005351488) (“Warrant”), conclusosi in data 30 Novembre 2019, sono stati esercitati n. 255.052 Warrant  e sono quindi da assegnare n. 255.052 azioni Neosperience S.p.A. di compendio, al prezzo di Euro 3,77 per azione, per un controvalore complessivo di Euro 961.546,04.

Residuano, pertanto, in circolazione n. 951.448 Warrant, che potranno essere esercitati nei successivi periodi di esercizio tra il 15 novembre 2020 e il 30 novembre 2020 compresi e tra il 15 novembre 2021 e il 30 novembre 2021 compresi, come previsto dal Regolamento “Warrant Neosperience S.p.A. 2019-2021” (“Regolamento Warrant”).

In conseguenza di quanto sopra indicato, il nuovo capitale sociale di Neosperience S.p.A. risulterà pari ad Euro 726.220,20 composto da n. 7.2622.202 azioni ordinarie prive di valore nominale.  L’attestazione di variazione del capitale sociale sarà depositata presso il competente registro delle imprese di Brescia entro i termini di legge.

L’emissione e la messa a disposizione, per il tramite di Monte Titoli S.p.A., delle azioni di compendio Neosperience sottoscritte dai titolari di Warrant durante il primo periodo di esercizio avranno luogo entro i tempi tecnici necessari.

Per maggiori informazioni si rinvia al Regolamento dei Warrant disponibile sul sito internet della società, all’indirizzo www.neosperience.com (sezione Investor Relations) dove è anche disponibile il presente comunicato.

 

A4 Holding, il nuovo presidente è Gonzalo Alcalde Rodríguez

in Economia/Nomine/Trasporti by
Gonzalo Alcalde Rodríguez, presidente A4 Holding

Il Consiglio di Amministrazione di A4 Holding, società del Gruppo Abertis che gestisce le autostrade A4 Brescia-Padova e A31 Valdastico, rende noto che Gonzalo Alcalde Rodríguez, manager spagnolo da due mesi alla direzione di A4 Holding, è stato nominato nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione, succedendo così a Carlos del Río Carcaño, fino ad oggi ai vertici della società.

Il Consiglio di Amministrazione risulta ora così composto: presidente Gonzalo Alcalde Rodríguez, consiglieri Laura Grau Blasi, Sergi Loughney, Daniel Ventín, Jordi Fernández Montolí, José Aljaro Navarro, Costantino Toniolo.

Gonzalo Alcalde Rodríguez

Dirigente con oltre 25 anni di esperienza nel settore delle infrastrutture e delle autostrade, Gonzalo Alcalde Rodríguez è un manager di comprovata esperienza in pianificazione strategica, fusioni e acquisizioni societarie, accordi di concessione e progetti infrastrutturali.

Classe 1966 originario di Madrid, laureato in ingegneria civile al Politecnico della stessa capitale spagnola, il nuovo Direttore Generale di A4 Holding ha ricoperto fino a ottobre 2019 il ruolo di Ceo in Autopistas Metropolitanas de Puerto Rico, il maggior operatore delle strade a pedaggio dello Stato caraibico e precedentemente, per circa un ventennio, è stato manager della spagnola Autopista Vasco Aragonesa, fino ad assumere il ruolo di amministratore delegato, occupandosi nel 2009 in prima persona della integrazione societaria con il Gruppo Abertis.

A4 Holding

Attiva da oltre 65 anni nella progettazione, realizzazione e gestione di grandi infrastrutture viarie, A4 Holding occupa oggi 594 addetti. Nel 2018 ha generato 432 mln di euro di ricavi e gestisce attualmente 235 km di autostrade e 60 di tangenziali nel Nord Est italiano. Del Gruppo fanno parte la società Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A., nata nel 1952 da una alleanza di enti pubblici ed economici e che amministra in concessione le tratte A4 Brescia-Padova e A31 Valdastico, la società A4 Trading che assolve il compito di gestione delle aree di servizio e di sosta, parcheggi per automezzi pesanti e servizi di accoglienza al viaggiatore e A4 Mobility attiva nei sistemi di pedaggio, controllo del traffico, verifica e sicurezza degli accessi e progetti legati alla smart mobility.

Dal 2016 A4 Holding fa parte del Gruppo Abertis, gestore di oltre 7.759 Km di strade a pedaggio e presente in 15 paesi fra Europa, Asia e le Americhe.

Roberto Saccone è il nuovo Presidente della Camera di Commercio di Brescia – ECCO L’INTERVENTO

in Associazioni di categoria/Camera di commercio/Economia by
La Camera di commercio di Brescia

Roberto Saccone è il nuovo Presidente della Camera di Commercio di Brescia per il mandato amministrativo del quinquennio 2019/2024.

E’ questo l’esito della prima riunione di insediamento del nuovo Consiglio camerale, che si è tenuta oggi, alle ore 16.00, presso il “Parlamentino” dell’Ente camerale bresciano.

La seduta si è aperta con i saluti istituzionali dell’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli ed è stata presieduta per statuto da Giuseppe Vilardi, rappresentante delle Associazioni dei Consumatori in quanto Consigliere anziano.

Laureato in Ingegneria Meccanica, sessantasette anni, Presidente della Olimpia Splendid S.p.A. e di Assoclima (Associazione dei Costruttori Sistemi di Climatizzazione), membro del Consiglio Generale di A.I.B, Roberto Saccone è stato eletto con voto palese all’unanimità dei voti espressi dai neo Consiglieri camerali, a riprova dell’unitarietà maturata nel mondo Associazioni di Categoria bresciane, dei Sindacati, degli Ordini dei Professionisti e delle Associazioni dei Consumatori.

I neo Consiglieri camerali erano stati nominati con Decreto Presidenziale della Regione Lombardia n. 426 del 20 novembre 2019, su designazione delle organizzazioni imprenditoriali, sindacali, dei consumatori e dei professionisti.

Per quanto riguarda la composizione del nuovo Consiglio camerale, il tasso di ricambio è il 56% del totale. Si abbassa lievemente l’età media, che passa dai 55 ai 54 anni. Aumenta invece sensibilmente la “quota rosa”, ora rappresentata dal 44% dei componenti (nel precedente mandato era il 33%).

Il Consiglio camerale tornerà a riunirsi il prossimo 13 dicembre per la seduta nella quale è prevista l’elezione della nuova Giunta camerale.

L’INTERVENTO COMPLETO DI SACCONE

Intervento del nuovo Presidente della Camera di Commercio, Ing. Roberto Saccone, in occasione della sua nomina per il mandato amministrativo per il quinquennio 2019/2024

Innanzitutto voglio ringraziare il Consiglio e le Associazioni per la fiducia che mi avete accordato e vi prometto il massimo impegno affinché la Camera possa continuare ad essere un protagonista della vita economica e sociale della Città e della Provincia.

Voglio rivolgere un ringraziamento particolare al Presidente uscente Ambrosi, alla Giunta e al Consiglio precedenti che ci hanno consegnato una Camera autorevole, efficiente, motore di sviluppo e in ottima salute finanziaria. Soprattutto va dato merito a chi ci ha preceduto di aver posto le basi per lo sviluppo di nuove competenze, innovative e qualificate.

Ereditiamo quindi anche una grande responsabilità. Questo Consiglio e probabilmente la prossima Giunta saranno rinnovati in buona parte dei suoi componenti e forse ci mancherà un pò di esperienza, ma faremo di questa circostanza un’opportunità, una caratteristica positiva. Un rinnovato entusiasmo unito alla vicinanza che i più esperti di voi, sono certo, non ci faranno mancare, saranno la nostra forza.

Brescia è un territorio che esprime da sempre eccellenze straordinarie: è la terza provincia più industriale d’Italia e tra le prime in Europa, ha un settore agricolo e zootecnico leader assoluto, esprime un turismo d’eccellenza con i suoi laghi e le sue montagne. Ha una storia secolare e, non da oggi, ma con sempre maggior successo, promuove iniziative culturali di livello internazionale.

A noi spetta il compito, difficile quanto affascinante, di supportare le nostre imprese e di proporre idee, iniziative, attività che diano ancor più dinamismo al nostro territorio e che ne favoriscano lo sviluppo, anche attraverso il supporto finanziario.

Saremo vicini alle Associazioni per ascoltare le loro esigenze ed i loro suggerimenti e collaboreremo con le Istituzioni per rendere questa Città e questa Provincia un territorio sempre più dinamico e vivibile.

Non è questa la sede per presentare il programma di lavoro dei prossimi anni, ma con l’elezione della Giunta inizieremo ad analizzare i punti di forza e di debolezza del nostro territorio per definire un piano di lavoro che, tutti insieme, realizzeremo nei 5 anni del mandato che ci aspetta.

Saremo vicini alle imprese, cercheremo di comunicare alla società civile il ruolo essenziale che esse svolgono nello sviluppo economico e sociale della nostra comunità e le supporteremo sui temi cruciali della sostenibilità, della digitalizzazione, della innovazione, della internazionalizzazione e della formazione del capitale umano.

Ci impegneremo ancora di più a favore di Bresciatourism e di ProBrixia che hanno ritrovato dinamismo ed indirizzo strategico e saremo al loro fianco con la struttura camerale per favorirne e supportarne l’attività.

In particolare rilanceremo le iniziative fieristiche ora che, grazie all’attuale governance, hanno conseguito la sicurezza economica e finanziaria.

Sento una grande responsabilità in questo senso ma percepisco anche una fiducia ed un ottimismo che ci aiuteranno nel nostro compito e sono certo che con il contributo di tutti voi potremo porci obiettivi ambiziosi.

Da ultimo concedetemi una riflessione e una dedica.

Affronto questo incarico con grande spirito di servizio, convinto come sono, che tra i compiti di un imprenditore ci sia anche quello di mettere a disposizione della comunità che ci ha cresciuto, le nostre esperienze e le nostre competenze.

Ma la prima responsabilità di ogni imprenditore è assicurare sviluppo e prosperità alla propria Azienda ed suoi dipendenti, e se ho potuto accettare un incarico così impegnativo è perché posso contare su collaboratori competenti, appassionati, leali e coraggiosi. Senza il loro impegno ed i risultati che la nostra Azienda ha potuto conseguire in questi anni, oggi non sarei il Presidente della Camera di Commercio.

A loro va pertanto il mio più sentito ringraziamento e a loro intendo dedicare questo mio nuovo impegno.

 

Grazie

 

Suini, a Brescia il 6 dicembre un convegno su innovazione e redditività

in Agricoltura e allevamento/Economia/Eventi by

E’ dedicato agli “Aspetti tecnici e nutrizionali relativi alla corretta gestione riproduttiva del suino” il workshop organizzato dal CREA – Centro di Ricerca Zootecnia e Acquacoltura di Lodi, in collaborazione con ARAL – Associazione Regionale Allevatori della Lombardia nella sede bresciana dell’Associazione Allevatori in via Dalmazia 27: in programma venerdì 6 dicembre dalle 10 (con registrazione partecipanti a partire dalle 9.45), l’evento è organizzato nell’ambito del progetto “NEW4REP” – Piano di Sviluppo Rurale 2014-20, finanziato da Regione Lombardia. Obbiettivo: sviluppare la diffusione delle tecnologie più innovative sul fronte della riproduzione bovina e suina per incentivare una nuova redditività dell’allevamento lombardo e mantenere elevato il livello di competitività della zootecnia regionale.

A Brescia il progetto “NEW4REP” verrà presentato in apertura da Francesca Petrera del Crea (Centro Ricerca Zootecnia e Acquacoltura di Lodi); dopo l’introduzione a cura di Andrea Galli dell’Aral, il seminario entrerà nel vivo con Silvio Zavattini , medico veterinario di Mantova che tratterà il tema degli aspetti pratici per una corretta gestione della sala parto; a seguire Roberto Bardini, anche lui medico veterinario di Mantova, parlerà della dieta specifica delle scrofe in base alla genetica. I dati produttivi dei suini in Regione Lombardia saranno infine illustrati da Giampaolo Gazzoldi dell’Aral. Dopo la discussione e il dibattito la conclusione con un aperitivo offerto a tutti i partecipanti, cui verrà anche rilasciato un attestato di partecipazione.

La partecipazione è gratuita ma per motivi organizzativi è gradita l’iscrizione sia via mail (scrivendo a francesca.petrera@crea.gov.it) che telefonicamente (0371-450104/03).

 

Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono in visita al Consiglio Direttivo di Apindustria

in Api/Associazioni di categoria/Economia by

Il Consiglio Direttivo di Apindustria Brescia, tenutosi ieri, ha ospitato il sindaco di Brescia Emilio Del Bono. “Abbiamo l’obbligo e la necessità di parlare con la politica”, ha detto il Presidente di Apindustria Douglas Sivieri. E la visita del sindaco è stata un segno, un gesto di vicinanza e di presenza dell’Amministrazione locale verso il mondo di chi produce e dà lavoro. Brescia è una città che sta crescendo, ogni anno aumenta di 1000 abitanti. Tra i temi toccati dal primo cittadino della Leonessa ci sono stati il Musil, la Caffaro, il progetto della Piccola Velocità, la rigenerazione urbana compreso lo spazio dedicato alle start up in via Milano.

1 2 3 163
Go to Top
Vai alla barra degli strumenti