Magazine di informazione economica di Brescia e Provincia

Category archive

Economia

Notizie economico-finanziarie di Brescia e Provincia

Neosperience delibera un aumento di capitale per diventare il polo digital di riferimento in Europa

in Economia/Innovazione by

La PMI innovativa Neosperience S.p.A. (ISIN IT0005351496) (la “Società”), uno dei principali player nel settore della Digital Customer Experience, quotata su AIM Italia dal 20 febbraio 2019, comunica che nei giorni scorsi è stato deliberato l’aumento di capitale riservato finalizzato al completamento delle acquisizioni descritte nel titolo, operazioni definite nelle scorse settimane. 

Il Consiglio di Amministrazione, dando parziale esecuzione alla delega conferita ai sensi dell’art. 2443 del Codice Civile dall’Assemblea della Società in data 19 dicembre 2019, ha deliberato di aumentare a pagamento il capitale sociale della Società per un importo di Euro 17.550, oltre un sovrapprezzo di Euro 1.055.880, per complessivi Euro 1.073.430, aumento da attuarsi mediante emissione di n.ro 175.500 nuove azioni ordinarie della Società, prive dell’indicazione del valore nominale, aventi le medesime caratteristiche di quelle già in circolazione alla data di emissione, con godimento regolare, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, comma quarto, primo periodo cod. civ., da liberarsi mediante conferimento: 

  1. di quote rappresentanti il 49% (quarantanove per cento) del capitale sociale di ADChange S.r.l., società di cui era stato acquisito il 51% in data 4 novembre 2020 (vedasi Comunicato Stampa in pari data), a fronte della sottoscrizione di n.ro 81.000 azioni Neosperience di nuova emissione da parte dei sigg. Alessandro Ponte e Lorenzo Nazario, a fronte del conferimento da parte di ciascuno di loro di una quota rappresentativa del 24,5% del capitale sociale di ADChange S.r.l., per un importo pari ad Euro 494.100 (incluso sovrapprezzo). Tale somma, unitamente al conguaglio in denaro per Euro 5.900, comporta una valutazione del 49% della società ADChange S.r.l. pari ad Euro 500.000. 
  2. di quote rappresentanti il 40% (quaranta per cento) del capitale sociale di LOOPTRIBE S.r.l., piccola società specializzata nell’Intelligenza Artificiale e nell’Internet of Things, a fronte della sottoscrizione di n. 18.000 azioni Neosperience di nuova emissione da parte dei sigg. Diego Ferri, Claudio Gandelli e Andrea Ghidini, a fronte del conferimento da parte di ciascuno di loro di una quota rappresentativa del 13,33% del capitale sociale di Looptribe S.r.l., per un importo pari ad Euro 112.680 (incluso sovrapprezzo). Tale somma, unitamente al conguaglio in denaro per Euro 7.320 e all’acconto versato al closing per Euro 39.000, comporta una valutazione del 40% della società Looptribe S.r.l. pari ad Euro 159.000. 
  3. di quote rappresentanti il 51% (cinquantuno per cento) del capitale sociale di Myti S.r.l., società di cui era stato acquisito il 51% in data 29 ottobre 2020 (vedasi Comunicato Stampa in pari data), a fronte della sottoscrizione di n. 76.500 azioni Neosperience di nuova emissione da parte dei sigg. Emanuele Cerquaglia, Gianbattista Schieppati e Giacomo Favagrossa. Si specifica che l’ammontare corrisposto in azioni Neosperience ai 3 soci di Myti S.r.l., pari a complessivi Euro 466.650, oltre al conguaglio in denaro di complessivi Euro 159.350, per un totale di Euro 626.000 rappresenta l’integrazione di prezzo (Earn-Out) contrattualmente prevista rispetto a quanto a suo tempo versato in acconto (Euro 700.000) al momento della stipula del contratto di acquisto del 51% di Myti S.r.l. siglato in data 29 ottobre 2020. 

Il prezzo di emissione delle Nuove Azioni, comprensivo del sovrapprezzo, è diverso per le tre operazioni in quanto è stato determinato sulla base del criterio adottato in occasione dell’assunzione della delibera di conferimento della delega, ossia in base al prezzo medio ponderato con i volumi di negoziazione dei 30 giorni precedenti la data di definizione degli accordi con gli azionisti delle tre società e rispettivamente: 

  Società Data riferimento firma accordi Prezzo emissione nuove azioni Prezzo medio ponderato 30 gg precedenti (D) Prezzo medio ponderato 60 gg precedenti (E)   Sovrapprezzo unitario 
ADChange 26/6/2021 6,10 6,101 6,080 6,00 
Myti 1/7/2021 6,10 6,115 6,094 6,00 
Looptribe 17/7/21 6,26 6,263 6,063 6,16 

I valori attribuiti alle società acquisite ADChange S.r.l., Myti S.r.l. e Looptribe S.r.l. sono stati oggetto di perizie redatte da esperti indipendenti che possono sintetizzarsi come segue: 

ADChange S.r.l.  

Valore minimo del 100% definito dalla perizia: 1.050.000 Euro; 

Conseguente valore minimo del 49,00% oggetto del conferimento: 514.500 Euro; 

Costo sostenuto da Neosperience per l’acquisto del 49,00%: 500.000 Euro, di cui 494.100 Euro attraverso l’emissione di azioni Neosperience. 

Looptribe S.r.l.

Valore minimo del 100% definito dalla perizia: 430.000 Euro; 

Conseguente valore minimo del 40% oggetto del conferimento: 172.000 Euro; 

Costo complessivo sostenuto da Neosperience per l’acquisto del 40%: 159.000 Euro, di cui 46.320 Euro da corrispondere in denaro e 112.680 da corrispondere in azioni Neosperience.  

Myti S.r.l.

Valore minimo del 100% definito dalla perizia: 2.600.000 Euro; 

Conseguente valore minimo del 51% oggetto del conferimento: 1.326.000 Euro; 

Costo complessivo sostenuto da Neosperience per l’acquisto del 51%: 1.326.000 Euro, di cui 700.000 Euro già corrisposti a ottobre 2020; residuano 626.000 Euro, di cui 159.350 Euro da corrispondere in denaro e 466.650 da corrispondere in azioni Neosperience.  

Razionale delle operazioni 

Le operazioni descritte sono parte integrante della strategia di sviluppo di Neosperience avviata sin dalla sua quotazione in Borsa e che prevede un rapido rafforzamento delle competenze tecnologiche del Gruppo e un’espansione della base di clientela, anche grazie a una serie di acquisizioni mirate. 

A tal proposito il Presidente ricorda che ADChange S.r.l è una società attiva nel settore del Marketing Digitale e, in particolare, nel segmento della Lead Generation; si tratta di una società con una forte vocazione tecnologica che ha sviluppato la piattaforma proprietaria basata sull’Intelligenza Artificiale Lead Champion e che è stata integrata efficacemente con le altre Solution di Neosperience. Con riferimento a Myti S.r.l., il Presidente segnala che la stessa è una società attiva nel settore dell’Intelligenza Artificiale applicata alla Trasformazione Digitale con un’ampia base di clientela fidelizzata e un’attività complementare e sinergica rispetto a quelle di Neosperience. Looptribe S.r.l., infine, è anch’essa una società con forti competenze nel settore dell’Intelligenza Artificiale applicata, in questo caso, al mondo dell’IOT (Internet of Things). 

Obiettivo di questa strategia di investimento è accelerare la creazione del polo di riferimento europeo delle soluzioni applicative dedicate alla Digital Transformation. 

L’emissione di nuove azioni come pagamento di parte del prezzo delle acquisizioni risulta pienamente conforme all’interesse sociale. Inoltre, con l’acquisizione di azioni Neosperience di nuova emissione da parte dei manager/imprenditori delle aziende acquisite, si favorisce, come già esperito con successo, il loro coinvolgimento nel Gruppo come manager e come azionisti, allineando in questo modo gli obiettivi di tutta la squadra direzionale con quelli di tutto l’azionariato. 

Tempistica dell’operazione 

L’Aumento di Capitale risulta assoggettato alla disciplina di cui agli artt. 2343-ter, 2343-quater e 2443 del codice civile. Al positivo esito delle verifiche e procedure previste dalle applicabili disposizioni normative – di cui sarà data apposita comunicazione al pubblico nei termini di legge – le Azioni saranno accreditate sui conti dei conferenti, dopo aver assunto pari codice ISIN delle azioni ordinarie della Società quotate in circolazione (ovvero codice ISIN n. IT0005351496). 

Tra le suddette verifiche e procedure, il Consiglio di Amministrazione della Società sarà tenuto a effettuare l’iscrizione nel registro delle imprese della deliberazione di Aumento di Capitale e delle dichiarazioni di cui all’art. 2343-quater, terzo comma, lett. a), b), c) ed e), cod. civ.  

Decorso il termine di 30 giorni previsto dall’art. 2440, comma 6, cod. civ. e dell’art. 2443, comma 4, cod. civ., ai sensi dell’art. 2443, comma 4, cod. civ. gli amministratori potranno depositare per l’iscrizione presso il Registro delle Imprese l’attestazione di cui all’art. 2444 cod. civ. corredata della dichiarazione di cui all’art. 2343-quater, terzo comma, lett. d). Le Azioni emesse a fronte del Conferimento saranno inalienabili fino a tale iscrizione, ai sensi dell’art. 2343-quater, comma 4, cod. civ. Di detta iscrizione si darà pertanto apposita comunicazione al Mercato anche ai fini dell’esercizio dei diritti sopra menzionati. 

Settimana dell’energia, ecco le iniziative di Confartigianato

in Associazioni di categoria/Confartigianato/Economia/Energia by

Si terrà dal 25 al 29 ottobre la 13ª edizione della Settimana per l’Energia, la manifestazione sui temi dell’energia, della green economy e della sostenibilità promossa e coordinata da Confartigianato Lombardia con il contributo scientifico di Politecnico di Milano e il patrocinio di Regione Lombardia. Quella del 2021 sarà un’edizione «phygital»: ciò significa che, pur mantenendo una forte vocazione territoriale, tutti gli eventi potranno essere seguiti sia in diretta, in presenza o via web, sia in differita con visione della registrazione, sul sito www.settimanaenergia.it.

Dal titolo “L’Energia per la Transizione. Rivoluzione verde e Transizione ecologica per il futuro del Paese”, avrà l’obiettivo di approfondire una delle 6 Missioni del PNRR, la Rivoluzione Verde e la Transizione Energetica, secondo quattro declinazioni: l’economia circolare e l’agricoltura sostenibile, l’energia rinnovabile e la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica e la riqualificazione degli edifici e la tutela e la valorizzazione del territorio e della risorsa idrica.

Per il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: «Green, economia circolare, digitalizzazione e sviluppo sostenibile sono le leve necessarie alle imprese per guadagnare in competitività e migliorare l’intero sistema paese. Sono temi oggi al centro dell’agenda dell’Europa con il Green Deal, dell’Italia con il Pnrr e di Regione Lombardia col Protocollo per lo Sviluppo Sostenibile e il Programma Regionale Energia Ambiente e Clima (Preac): noi siamo stati di certo lungimiranti, fin dalla prima edizione nel 2009 di questa manifestazione, nell’aver individuato questi elementi ed aver spinto molto perché potessero entrare anche nelle agende delle piccole imprese. In particolare, quest’anno, la manifestazione avrà un respiro europeo e sarà di stretta attualità mettendo al centro la transizione ecologica e la rivoluzione verde. Gli eventi saranno l’occasione per presentare al mondo politico-istituzionale le esigenze dell’artigianato e delle PMI e i servizi offerti dal Sistema Confartigianato per permettere alle imprese a valore artigiano di cogliere le opportunità rappresentate dal PNRR».

IL LEGAME CON IL PNRR

Secondo il piano di Governo, l’importo proveniente dal Dispositivo europeo per la ripresa e la resilienza è di 191,5 miliardi di euro (68,9 miliardi di euro di sovvenzioni e 122,6 miliardi di euro di prestiti) per il periodo 2021-2026. A questi si aggiungono ulteriori 30,6 miliardi di euro, facenti parte di un Fondo complementare, finanziati tramite lo scostamento pluriennale di bilancio approvato dal Consiglio dei ministri il 15 aprile 2020, e 13 miliardi di euro resi disponibili dal REACT-EU. Il totale delle risorse previste nel PNRR italiano è quindi pari a 235,1 miliardi di euro.

Nel Piano sono individuate 6 Missioni, a loro volta suddivise in 16 Componenti, funzionali a realizzare gli obiettivi economico-sociali definiti nella strategia del Governo.

La Missione di interesse per la Settimana è quella «Rivoluzione verde e transizione energetica».

L’ECCELLENZA DI REGIONE LOMBARDIA

Rivoluzione verde e transizione ecologica sono temi che Regione Lombardia ha anticipato come prioritari per lo sviluppo regionale e che rappresentano quindi il collegamento ideale della Settimana per l’Energia 2021. Ci riferiamo in particolare a:

  • con il suo obiettivo ambizioso di fare della Lombardia non più solo motore economico ma anche «locomotiva sostenibile» d’Italia.
  • , in fase di elaborazione e che disegnerà le tappe di un percorso che porti la Lombardia ad essere una regione ad emissioni nette zero al 2050.

L’ACCREDITAMENTO A EUSEW: LA SETTIMANA EUROPEA DELLA SOSTENIBILITÀ

La Settimana per l’Energia – e in particolare il suo evento finale del 29 ottobre – ha ottenuto l’accreditamento come evento locale (Sustainable Energy Day) della EU Sustainable Energy Week (EUSEW), organizzata dall’Unione Europea, proprio nella stessa settimana di ottobre, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica europea sulla necessità della transizione energetica.

La Settimana per l’Energia rappresenta quindi il contesto ideale per diffondere il messaggio a livello lombardo.

IL PROGRAMMA

CONFERENZA DI APERTURA

Lunedì 25 ottobre 2021 alle ore 11.00

«L’energia per la transizione»

Milano, Palazzo Pirelli e in streaming

INTRODUZIONE

Eugenio Massetti, Presidente Confartigianato Imprese Lombardia e vicepresidente vicario di Confartigianato Imprese

PRESENTAZIONE SETTIMANA PER L’ENERGIA 2021

Giacinto Giambellini, Coordinatore Regionale Settimana per l’Energiae Presidente Confartigianato Imprese Bergamo

INTERVENTI

Davide Chiaroni, Energy & Strategy, Politecnico di Milano / Direzione scientifica Settimana per l’energia

Licia Redolfi, RicercatriceOsservatorio MPI Confartigianato Imprese Lombardia

CONCLUSIONI

Raffaele Cattaneo, Assessore Ambiente e Clima Regione Lombardia

MODERATORE: Carlo Piccinato, Segretario Generale Confartigianato Imprese Lombardia

Lunedì 25 ottobre 2021 alle ore 17.00

«Comunità energetiche e autoconsumi collettivi, il nuovo modo di fare fotovoltaico»

in streaming

Nei prossimi anni si prevede di dover quasi decuplicare la capacità di installare fotovoltaico per raggiungere gli obiettivi previsti dal PNIEC. In Lombardia si prevede – da qui al 2030 – di dover installare più potenza fotovoltaica di quella ad oggi disponibile. Nel prossimo quadriennio, inoltre, secondo le stime del Politecnico di Milano, nei gruppi di condivisione dell’energia (comunità e autoconsumo collettivo) saranno coinvolte tra le 145.000 e le 312.000 utenze BT, tra le 13.500 e le 37.000 utenze MT, e tra i 906.000 e 1.700.000 utenze domestiche, che andranno a costituire tra i 3.500 e i 13.000 gruppi di autoconsumatori collettivi e tra le 14.000 e 31.000 comunità energetiche in tutta Italia, di cui almeno il 50% al Nord. L’incontro porterà testimonianze di casi pratici di comunità energetiche, esempi virtuosi d’incontro tra consumatori e produttori e di dialogo produttivo con le istituzioni locali.

Martedì 26 ottobre 2021 alle ore 12.00

«L’utilizzo di aggregati riciclati e rigenerati in edilizia»

Sondrio, sede Confartigianato e in streaming

Recuperare il materiale e dargli una seconda vita è l’obiettivo centrale per poter garantire un futuro sostenibile, in tutti i comparti, compreso quello dell’edilizia. Con l’aumento esponenziale delle ristrutturazioni e delle riqualificazioni del patrimonio edilizio esistente si fa sempre più insistente anche l’esigenza di riciclare e riutilizzare gli inerti delle demolizioni, sia in ottica di riduzione della produzione di rifiuti sia in ottica di rigenerazione.

Martedì 26 ottobre 2021 alle ore 18:00

«Infrastrutture di ricarica elettrica: opportunità di sviluppo del territorio?»

in streaming

L’adozione di una mobilità elettrica diffusa necessita di un’infrastruttura di ricarica capillare per poter essere pienamente accessibile; si fa dunque necessario coinvolgere gli attori locali per permetterne lo sviluppo concreto sul territorio. Il convegno sarà l’occasione di approfondire quali opportunità offre la mobilità elettrica e come influenzerà il modo di vivere i territori oltre ad impattare sulla mobilità delle imprese.

Martedì 26 ottobre 2021 alle ore 18.00

«Micro e piccoli comuni al tempo del COVID: laboratori di innovazione e strategie di resilienza»

Lodi, Sede Confartigianato e in streaming

La Lombardia è la Regione italiana con la maggiore popolazione residente in piccoli comuni.

Da un lato l’emergenza Covid, la crescita della domanda di abitazioni con spazi verdi e le tecnologie digitali stanno generando evidenti segnali nella valorizzazione delle potenzialità collegate al vivere nei micro e piccoli Comuni. Dall’altro le sfide degli ultimi decenni: il contrasto allo spopolamento, la tutela del suolo e dell’ambiente dai processi di antropizzazione, con particolare attenzione agli insediamenti logistici e agli impianti delle energie alternative, i trasporti pubblici e l’accesso alla banda larga. Per questo le comunità dei micro e piccoli Comuni sono chiamate ad essere laboratori di innovazione, ad immaginare strategie di resilienza, a definire alleanze tra loro e con il mondo economico. L’incontro intende verificare quali opportunità vi sono per la realizzazione di politiche di sviluppo sostenibile nei micro e piccoli Comuni lombardi.

Una sfida, quella di uno sviluppo sostenibile, che può oggi contare anche sulle risorse messe in campo per i Comuni e le Province dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Mercoledì 27 ottobre 2021 alle ore 11.00

«Innovazione e MPMI lombarde per sostenibili produzioni alimentari di qualità»

Cremona, Campus Università Cattolica Sacro Cuore e in streaming

Negli ultimi decenni il settore agroalimentare ha vissuto molteplici e profonde trasformazioni. Le imprese devono oggi confrontarsi non solo con le sfide della globalizzazione, ma anche con il nuovo paradigma della sostenibilità della filiera. I consumatori ricercano infatti sempre più produzioni sicure per la salute e rispettose degli aspetti ambientali ed etici. L’incontro intende offrire non solo una rappresentazione dello scenario nazionale del settore e di quanto introdotto per il miglioramento degli indicatori di sostenibilità ambientale ed etico-sociale dei processi produttivi, ma anche di come, grazie alla tecnologia, anche le MPMI lombarde possano mettere in campo processi di valorizzazione e riutilizzo dei sottoprodotti e co-prodotti generati dall’industria alimentare. Una particolare attenzione sarà per questo dedicata all’illustrazione delle possibilità offerte nel panorama lombardo alla ricerca, all’innovazione, al trasferimento tecnologico alle imprese, all’assistenza alla nascita di start-up.

Mercoledì 27 ottobre 2021 alle ore 17.00

«Sinergie sostenibili per la rigenerazione urbana»

Lecco, Politecnico di Milano – Polo Territoriale e in streaming

L’evento tratterà il tema della rigenerazione urbana attraverso la declinazione di esperienze concrete e di progettualità nate con l’obiettivo di creare una sinergia fattiva tra gli stakeholders coinvolti, con particolare riferimento ai bonus fiscali.

Verrà presentato lo “Sportello Casa” di Confartigianato Imprese come risultato coordinato di informazione e sistematicità delle competenze nel produrre un risultato di utilità collettiva.

Giovedì 28 ottobre 2021 alle ore 12.00

«Il teleriscaldamento: l’esperienza nel territorio di Legnano»

in streaming

Il teleriscaldamento è un sistema sicuro, pulito, efficace ed economico per il riscaldamento a distanza che, oltre ad azzerare le emissioni in prossimità degli ambienti in cui si vive e si lavora, riduce gli oneri di gestione, rispetto agli impianti termici tradizionali. Per questi motivi è considerato tra gli strumenti più efficaci per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. All’incontro verrà portato l’esempio della centrale di Teleriscaldamento di AMGA destinata alla realtà locale di Legnano.

Giovedì 28 ottobre 2021 alle ore 17.00

«L’etichetta energetica 2021»

Bergamo, sede Confartigianato e in streaming

Negli anni l’etichetta energetica si è rivelata uno strumento chiave per aumentare l’efficienza energetica degli apparecchi di uso quotidiano e di prodotti come caldaie e condizionatori e sorgenti luminose. Tuttavia, la progressiva saturazione delle classi A+, A++ e A+++ conseguente allo sviluppo tecnologico dei prodotti guidato dall’etichettatura energetica ha spinto la Commissione europea a rivedere l’intero schema e a ritornare all’iniziale classificazione in sette classi: da «A» a «G». Per supportare cittadini e consumatori ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha realizzato un guida che informa i consumatori su caratteristiche tecniche, efficienza energetica e consumi di energia di ciascuna categoria di prodotto oggetto di etichettatura energetica. Confartigianato imprese Bergamo, da sempre orientata a creare cultura per le proprie imprese sull’efficienza energetica, promuovere questo incontro con ENEA al fine di offrire un’ulteriore occasione per rendere gli operatori del settore, oltre che i cittadini, più informati e consapevoli.

Giovedì 28 ottobre 2021 alle ore 17:00

«Investimenti nelle infrastrutture idriche, dalla necessità all’opportunità»

Como, Sede Confartigianato e in streaming

L’evento, promosso da Confartigianato Imprese Como, toccherà argomenti quantomai attuali per la provincia di Como, quali la necessità di ammodernare le infrastrutture idriche per limitare gli sprechi, per aumentarne la sostenibilità ambientare, efficientare il servizio e diminuirne i costi al consumatore, stimolando di riflesso la crescita economica e le sue ricadute occupazionali.

Giovedì 28 ottobre 2021 alle ore 18:30

«Riqualificazione del porto fluviale di Valdaro: dal trasporto su acqua all’istituzione di una zona logistica semplificata»

Mantova, MaMu (Mantova Multicentre CCIAA Mantova) e in streaming

Promosso da Confartigianato Imprese Mantova l’incontro richiama l’attenzione sul progetto portato avanti dagli Stati Generali di Mantova per la riqualificazione e l’ampliamento del porto e polo di Valdaro, che consentirebbe di valorizzare il trasporto su acqua come alternativa green e di sicurezza per il trasporto delle merci, oltre alla proposta di istituire una zona logistica semplificata. Tutto ciò rappresenterebbe infatti un importante fattore di attrazione insediativa e un volano per potenziare ulteriormente la dotazione infrastrutturale a beneficio dell’economia del territorio.

EVENTO CONCLUSIVO – ACCREDITATO “EUSEW”

Venerdì 29 ottobre 2021 alle ore 11.00

«L’Energia per la Transizione: PNRR, rivoluzione verde e transizione ecologica per il futuro del Paese»

Milano, Palazzo Pirelli e in streaming (IT\ENG)

In questo «Energy Talk», accreditato tra gli eventi di EUSEW (Settimana Europea dell’Energia Sostenibile) s’intende declinare le opportunità rappresentate dal PNRR per le imprese a valore artigiano, promuovendo un confronto tra le sollecitazioni del mondo associativo delle PMI e le risposte dal mondo politico-istituzionale per mettere le imprese a valore artigiano nelle condizioni di cogliere queste opportunità.

PARTNER E PATROCINI

La 13ª edizione della Settimana per l’Energia, con la regia di Confartigianato Lombardia, vede il coordinamento tecnico-scientifico del Politecnico di Milano e il coinvolgimento dell’intero sistema lombardo di Confartigianato e di CEnPI (Confartigianato Energia Per le Imprese).

La manifestazione ha ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia.

I NUMERI DELLA SETTIMANA PER L’ENERGIA

Nelle sue dodici edizioni, dal 2009 ad oggi, la Settimana per l’Energia ha visto complessivamente l’organizzazione di 272 eventi, con 1.040 relatori, a cui hanno assistito 52.180 partecipanti tra i quali circa 18.000 studenti. L’ultima edizione, che si è tenuta in versione online dal 26 al 30 ottobre 2020 sotto il titolo «L’Energia per la Ripresa: la resilienza delle imprese a valore artigiano verso una nuova idea di sostenibilità», si è chiusa con 5480 persone collegate in totale, 4 webinar, 1 video di Apertura, 12 pillole e 1 video di chiusura e 40 relatori.

Tutti i webinar della «Settimana per l’Energia» sono a partecipazione libera e gratuita, previa registrazione sul sito www.settimanaenergia.it. Per conoscere il programma aggiornato della manifestazione e per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.settimanaenergia.it o la pagina Facebook @Settimanaenergia.it

EasyJet potenzia l’offerta da Orio: voli per Olbia e Londra

in Economia/Trasporti/Uncategorized by

Novità per l’offerta di voli operati all’aeroporto di Milano Bergamo da easyJet nella stagione invernale. La compagnia aerea, che effettua già i collegamenti con Parigi Charles De Gaulle e Amsterdam, riapre la rotta con Olbia nel periodo natalizio (a partire dal 17 dicembre 2021 e fino al 10 gennaio 2022) con tre frequenze settimanali (lunedí, venerdí e domenica).

Inoltre, easyJet incrementato le frequenze del collegamento tra Milano Bergamo e Amsterdam, che dal 6 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 passano da 4 a 6 settimanali, garantendo il volo tutti i giorni ad eccezione di sabato. easyJet riprenderà a operare sei voli settimanali dal 7 febbraio fino al termine dell’orario invernale.

A partire da domenica 31 ottobre, easyJet introduce anche il collegamento tra Milano Bergamo e Londra Gatwick, che viene operato con tre frequenze settimanali (lunedì. Venerdì e domenica).

voli operati all’aeroporto di Milano Bergamo da easyJet nella stagione invernale. La compagnia aerea, che effettua già i collegamenti con Parigi Charles De Gaulle e Amsterdam, riapre la rotta con Olbia nel periodo natalizio (a partire dal 17 dicembre 2021 e fino al 10 gennaio 2022) con tre frequenze settimanali (lunedí, venerdí e domenica).

Inoltre, easyJet incrementato le frequenze del collegamento tra Milano Bergamo e Amsterdam, che dal 6 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 passano da 4 a 6 settimanali, garantendo il volo tutti i giorni ad eccezione di sabato. easyJet riprenderà a operare sei voli settimanali dal 7 febbraio fino al termine dell’orario invernale.

A partire da domenica 31 ottobre, easyJet introduce anche il collegamento tra Milano Bergamo e Londra Gatwick, che viene operato con tre frequenze settimanali (lunedì. Venerdì e domenica).

Smart Security: Intelligenza Artificiale al servizio di Security e Safety – Webinar 21 Ottobre ore 17.00

in Economia/Innovazione/Web e digitale by

Le tendenze sono chiare: la Security si troverà a doversi confrontare con minacce sempre più difficili da fronteggiare. Aumentano i pericoli per le persone fisiche (infortuni, distanziamento, etc.) e patrimoni (furti, danneggiamenti, etc.): come reagire?
Sta diventando sempre più importante la capacità di conformarsi alle più recenti normative, che negli ultimi tempi sono diventate molto stringenti. Questo si scontra però con la difficoltà di acquisire in modo rapido il corretto know-how e adottare le corrette contromisure.
Le sfide sono quindi molteplici e di cruciale importanza proprio perché vanno a minacciare la brand reputation Aziendale.
In questo webinar illustreremo le applicazioni dell’Intelligenza Artificiale nel mondo della Security e Safety, e come queste sono in grado di aiutarci ad affrontare tali complessità.
 
Parleremo inoltre di alcuni casi d’uso nel settore security che – secondo la nostra esperienza – diventeranno fondamentali nel mercato da qui a qualche anno come:
– Individuazione automatica degli eventi rilevanti ai fini della sicurezza
– Monitoraggio continuo, senza richiedere costantemente l’attenzione dell’operatore
– Predittività per anticipare il verificarsi di eventi futuri
– Riconoscimento automatico dei comportamenti sospetti
– Attuazione di contromisure automatiche al verificarsi di eventi correlati
– Produzione automatica di report, statistiche e documentazione comprovante eventi e contromisure adottate, anche per uso forense
 
Questo evento live sarà ospitato da Neoscogen, nuova realtà che nasce dalla collaborazione tra Neosperience, società quotata alla Borsa Italiana attiva nella creazione di piattaforme digitali basata sull’intelligenza artificiale e Cogen, azienda con trent’anni di esperienza nello sviluppo di soluzioni innovative per la Security e Safety.
 
L’unione delle capacità tecnologiche, del know-how applicativo e degli investimenti delle due aziende ha dato vita alla prima piattaforma Smart Security che ridefinisce i confini delle soluzioni tecnologiche dedicate alla security & safety.

LINK PER L’ISCRIZIONE: https://us02web.zoom.us/webinar/register/9416335232364/WN_WVwHjTT-RKatKcLeaN1mxQ

Neosperience e Wizkey lanciano Nft-Commerce

in Economia/Innovazione by
Neosperience in Borsa

Neosperience, in collaborazione con la società partecipata e partner WizKey, annuncia la nascita di NFT-Commerce(www.nft-commerce.eu): la prima piattaforma che permette ai brand di creare, gestire e vendere in autonomia e senza intermediari i propri asset intangibili attraverso la tecnologia NFT (Non-Fungible Token).

Attraverso la tecnologia NFT, combinata con i servizi di piattaforme di digital commerce, è possibile certificare l’unicità di un contenuto digitale e monetizzarlo, dando il via a una rivoluzione del modo di vivere l’esperienza di un brand, valorizzandone know-how e proprietà intellettuale.

Il valore di questo mercato emergente si è attestato a 20,8 miliardi di dollari nel 2020 ed è in costante crescita, come mostrano le recenti aste della collezione Genesi di Dolce&Gabbana per 5,65 milioni di dollari o la vendita record dell’opera Everydays: the First 5000 Days per 69 milioni di dollari presso Christie’s.

Gli NFT si basano su una certificazione che avviene tramite blockchain, il sistema che regola e registra transazioni e tracciamenti e che, nel caso degli NFT, certifica beni digitali che spaziano dalle opere d’arte ai videogiochi, dai video dei successi dei campioni dello sport, ai beni di lusso, dai cartamodelli ai pezzi d’alta moda.

Si tratta di un’opportunità straordinaria per valorizzare patrimonialmente i beni intangibili: ad esempio la vendita di un NFT associato a un cartamodello comporta per la società emittente la possibilità di rivalutare per intero il proprio catalogo di cartamodelli, generando al contempo ulteriori benefici nella brand awareness e nell’engagement delle generazioni native digitali.

La nuova piattaforma NFT-Commerce, commercialmente gestita da Neosperience, è nata dalla combinazione delle competenze in ambito digital commerce e blockchain di Neosperience e WizKey, e permette a tutte le aziende che hanno contenuti di valore per il pubblico e i collezionisti – dai già citati cartamodelli alle fotografie, dalle riproduzioni di opere d’arte agli avatar nel mondo dei giochi online – di rendere disponibili delle versioni uniche dei loro contenuti, dando vita a nuovi modelli di business e flussi di ricavi.

“La ricerca di unicità e bellezza, da sempre insiti nella natura umana, portano sempre più persone a volersi distinguere anche nel mondo digitale. La nostra tecnologia segna una nuova frontiera per i brand – dichiara Dario Melpignano, CEO di Neosperience – perché permette di monetizzare asset intangibili e creare ricavi ricorrenti valorizzando i marchi e i loro prodotti. La possibilità di gestire e vendere in autonomia i propri asset digitali, senza la necessità di intermediari o marketplace, democratizza questo processo e permette ad ogni brand di essere autonomo e vicino ai propri clienti in un modo completamente nuovo, con contenuti unici ed esclusivi.”

Conferma Marco Pagani, CEO di WizKey -“La tecnologia blockchain si sta diffondendo oltre ogni aspettativa grazie agli NFT, e questo rappresenta una grande opportunità per le aziende che fanno leva sul proprio brand e proprietà intellettuale. L’utilizzo della blockchain e degli NFT è un’occasione
unica per i brand che vogliono creare valore attraendo nuovi segmenti di clientela, valorizzando i propri asset intangibili nel metaverso digitale, realtà che sta richiamando quote crescenti di popolazione e investimenti ingenti”.

Camera di Commercio di Brescia, ecco le iniziative settimanali

in Associazioni di categoria/Camera di commercio/Economia/Eventi by

In questo articolo, come di consueto, riportiamo le iniziative settimanali della Camera di Commercio di Brescia.

143/21 – WEBINAR – I PRINCIPI BASE DI UN’IMPRESA ESG – 15 OTTOBRE 2021

La Camera di Commercio di Brescia, in collaborazione con Banca Intesa Sanpaolo S.p.a. e Intesa Sanpaolo Innovation Center S.p.a., nell’ambito delle attività previste dall’Accordo di Collaborazione finalizzato alla creazione ed alla diffusione del “Laboratorio ESG – Environment Social Governance”, presenta l’incontro “L’Impresa del futuro è rigenerativa – I principi base di un’Impresa ESG”. Il webinar è gratuito e si terrà in data 15 Ottobre p. v. alle ore 14,30. Per maggiori informazioni e iscrizioni www.bs.camcom.it .

144/21 – RASSEGNA LEGAL 4.0 – LA DIGITALIZZAZIONE DAL PUNTO DI VISTA LEGALE

Gli aspetti legali della Blockchain, dei Token e degli Smart Contract – Seminario tematico dedicato ad approfondire gli aspetti ed i risvolti legali connessi all’utilizzo delle tecnologie I4.0 da parte delle Imprese, con l’obbiettivo di supportarne il cambio di mentalità necessario all’odierno approccio verso gli istituti tradizionali del diritto. Il corso formativo gratuito, realizzato in modalità webinar, si terrà il 25 ottobre. Per maggiori informazioni e iscrizioni www.bs.camcom.it .

145/21 – PROGETTO CONSAPEVOLEZZA FINANZIARIA – SPORTELLI RIEMERGO

“Consapevolezza Finanziaria” è il progetto promosso dagli Sportelli RiEmergo delle Camere di commercio di Brescia, Bergamo, Como – Lecco, Cremona, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese, rivolto a piccoli imprenditori, titolari di partita iva e consumatori, composto da 4 webinar gratuiti con l’obiettivo di fornire competenze finanziarie di base. Il secondo appuntamento del ciclo è in programma giovedì 28 ottobre 2021 e sarà focalizzato su “Monitorare i flussi di cassa per prevenire le situazioni di difficoltà”. Il programma e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito camerale www.bs.camcom.it

146/21 – WEBINAR GRATUITI – PROGETTO A.G.I.RE

Sono aperte le iscrizioni al seminaro della rassegna A.G.I.Re del 19 novembre 2021 ore 09,30-12,30 Marketing e strategie di gestione del cliente | Il cliente come valore principale dell’azienda – il CRM (customer relationship management) – come creare un rapporto di fidelizzazione – la personalizzazione del servizio/prodotto. Informazioni e iscrizioni sul sito www.bs.camcom.it

147/21 – RASSEGNA WEBINAR PENSARE IL FUTURO – A.S. 2021/2022


Gli incontri della rassegna webinar “Pensare il futuro” di quest’anno si inseriscono nel contesto del progetto a valere sul FdP “Giovani e Lavoro” e si focalizzano sulla valorizzazione delle competenze digitali e umanistiche, sulla ricerca del lavoro nell’era digitale, ma propongono anche spunti su pensiero critico, valori generazionali e una riflessione sul lato oscuro del digitale. Il primo appuntamento del ciclo è in programma martedì 9 novembre 2021 e sarà focalizzato su “Strumenti digitali e colloquio di lavoro”. Il programma e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito camerale www.bs.camcom.it

148/21 – IMPRESE DIGITALI – CICLO DI WEBINAR FORMATIVI – PORTALE VIVI-FIR: VENERDI’ 12 NOVEMBRE 2021.

Venerdì 12 novembre 2021, dalle ore 10:15 alle ore 11:15, con il webinar dedicato al “PORTALE VIVI-FIR” si conclude il ciclo di incontri formativi dedicati alla digitalizzazione delle imprese organizzati dalla Camera di Commercio di Brescia. L’iniziativa intende fornire la possibilità di conoscere e approfondire la modalità di vidimazione virtuale dei formulari rifiuti in sostituzione alla classica vidimazione effettuata agli sportelli. La partecipazione è gratuita, previa iscrizione. Per il programma e le modalità di iscrizione consultare il sito camerale www.bs.camcom.it

I corsi per sviluppare la propria capacità di leadership

in Economia/Formazione by

Sarà capitato sicuramente a tutti di andare a un concerto, attendere l’uscita del cantante sul palco e poi, all’improvviso, accorgersi che una sola persona è in grado di tenere incollati su di sé decine di migliaia di sguardi, non solo per le sue capacità canore. Spesso, oltre al talento musicale e vocale, alcune persone hanno una caratteristica rara, che ci risulta difficilmente spiegabile se non utilizzando il vocabolo “carisma”.

L’importanza di avere carisma

Lo stesso concetto espresso con l’esempio di un cantante o del frontman di una band musicale è traslabile praticamente in tutti gli ambiti della nostra vita: esistono attori, sia cinematografici che teatrali, che hanno quelle particolari caratteristiche, presentatori televisivi che sanno conquistare il pubblico in modo semplice e immediato. Ma il carisma è un elemento positivo che non riguarda esclusivamente personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo, poiché è una caratteristica che può determinare il successo in tantissimi settori e, in particolare, in quei ruoli per i quali sono necessarie spiccate doti di leadership, di indirizzo e di guida.

Sviluppare le proprie capacità di leadership

Nel mondo del lavoro è sempre difficile emergere: per farlo sono sicuramente necessarie grandi conoscenze ed elevata preparazione nel proprio settore di competenza. Ma, oltre a studiare ed essere preparati a svolgere le proprie mansioni, rivestono un ruolo fondamentale anche le caratteristiche personali e le capacità umane, con cui possiamo essere indispensabili e determinanti all’interno di un qualsiasi team in base alla posizione che si riveste. C’è chi queste doti le ha innate e chi invece ha maggiormente bisogno di lavorare su se stesso per poter sviluppare adeguatamente questo aspetto essenziale. Essere un buon leader è diverso da essere un buon capo: il secondo segue i dipendenti da lontano e dà loro compiti da fare, il primo consiglia e sostiene, lotta fianco a fianco per i diritti dei propri sottoposti e ha la capacità di essere autorevole e non autoritario.

I corsi per veder crescere le proprie soft skills

Non è semplice diventare un buon leader: a volte guidare un team è estenuante, ma si può sempre imparare. Sulla piattaforma Feltrinelli Education è possibile trovare una serie di corsi, sia live che on demand, che consentono di specializzarsi in tantissimi settori o acquisire skill utili per far crescere il proprio appeal in azienda e, in generale, per il mondo del lavoro. Si va dai corsi di scrittura creativa a quelli di giornalismo, fino a quelli pensati per l’industria culturale. La proposta è estremamente vasta e ognuno può trovare ciò che è più adatto alle proprie necessità. Oltre ai corsi professionalizzanti, scopri i corsi per migliorare le tue soft skill, per veder crescere in poco tempo le tue capacità e la tua appetibilità per il mondo del lavoro.

Rincaro materie prime, per Brescia stangata da 2 miliardi. Massetti: evitare speculazioni

in Associazioni di categoria/Confartigianato/Tendenze by
Eugenio Massetti, Confartigianato Brescia

L’Italia è particolarmente esposta all’aumento dei prezzi delle materie prime, essendo la seconda economia dell’UE per produzione manifatturiera, con una alta dipendenza dall’estero di commodities. Inoltre, ai segnali di aumento di prezzo si associano quelli di una rarefazione delle materie prime. Brescia non ne è esente: il maggior costo che pesa su 23.976 aziende bresciane si aggira infatti intorno ai 2 miliardi di euro (1.975 milioni di euro). Un valore dei maggiori costi delle materie prime (commodities no energy) che pesa sulle 23.976 mpi imprese bresciane principalmente quelle attive nel manifatturiero e nelle costruzioni. Settori che nella nostra provincia danno lavoro a 110.451 persone. Il dato emerge dalla recente analisi dell’Osservatorio di Confartigianato Lombardia, che, sulla base degli ultimi dati Bce e Istat, ha quantificato lo choc dell’aumento dei prezzi delle commodities sul sistema delle micro e piccole imprese. Calcolato anche il peso sul Pil regionale: si stima che in Lombardia oltre 163 mila micro e piccole imprese della manifattura e delle costruzioni, che danno lavoro a 671 mila addetti, siano interessate da uno shock sui maggiori costi delle materie prime che su base annua, ceteris paribus, vale 11.992 milioni di euro, pari al 3% del PIL. Valore quest’ultimo che ne misura l’impatto e che posizione la nostra regione in 5^ posizione nella classifica nazionale.

«Una così elevata pressione sui costi, che viene traslata solo in parte sui prezzi di vendita, determina una riduzione del valore aggiunto, comprime la crescita economica, riduce la propensione ad investire delle imprese, compromettendo sia i processi di innovazione che la domanda di lavoro. A seguito della mancanza di materie prime le imprese rallentano la produzione e, in alcuni casi, tornano ad utilizzare gli ammortizzatori sociali nonostante la ripresa degli ordinativi – spiega il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti – Accade che aziende debbano rinunciare alle commesse, non solo per il prezzo troppo elevato delle materie prime, ma anche per la difficoltà a reperirle sul mercato. È ciò che si verifica, in particolare, nella filiera delle costruzioni, in cui la domanda accompagnata dall’incentivo fiscale del superbonus 110% rappresenta un ulteriore fattore di spinta sui prezzi dei materiali edili. Occorre un intervento forte per evitare manovre speculative, facendo leva, per esempio, su meccanismi di calmierazione».

A livello provinciale i maggiori costi delle materie prime, su base annua, valgono 3.236 milioni di euro, a Milano, interessando 44.702 MPI manifatturiere e delle costruzioni e i loro 180.999 addetti subito seguita con 1.975 milioni di euro, da Brescia. Segue poi Bergamo, interessando 22.236 MPI e i loro 95.893 addetti; 1.065 milioni di euro, a Monza e della Brianza, interessando 15.451 MPI e i loro 59.559 addetti; 1.047 milioni di euro, a Varese, interessando 14.283 MPI e i loro 58.536 addetti; 745 milioni di euro, a Como, interessando 10.039 MPI e i loro 41.688 addetti; 532 milioni di euro, a Mantova, interessando 7.090 MPI e i loro 29.750 addetti; 497 milioni di euro, a Lecco, interessando 6.120 MPI e i loro 27.809 addetti, 450 milioni di euro, a Pavia, interessando 7.622 MPI e i loro 25.174 addetti; 374 milioni di euro, a Cremona, interessando 5.153 MPI e i loro 20.900 addetti; 191 milioni di euro, a Sondrio, interessando 2.885 MPI e i loro 10.670 addetti e 166 milioni di euro, a Lodi, interessando 2.954 MPI e i loro 9.263 addetti

Il mio IP: come creare un indirizzo IP sicuro e prova di hacker

in Economia/Innovazione by

I dati sensibili sono qualcosa di estremante importante e personale. Capita spesso, infatti, di dover inserire in rete una serie di dati come quelli anagrafici, dei nostri conti correnti, i nostri numeri di telefono e gli indirizzi e-mail e talvolta, se si tratta di un sito aziendale, anche dati gestionali come quelli sulle entrate, le uscite, informazioni sugli articoli e sui clienti. Ecco perché l’unico mezzo che abbiamo per salvaguardare la privacy online è proprio l’utilizzo di un indirizzo IP giusto, che possa garantire la sicurezza che abbiamo bisogno. Infatti, ciò che rende sicuro un indirizzo IP è proprio l’utilizzo di una connessione VPN in grado di crittografare i dati sensibili rendendoli a prova di hacker. Il mio ip è un sito che permette di localizzare il proprio indirizzo IP nel mondo, dando così la possibilità agli utenti che vistano il sito di risolvere problemi di rete, per saperne di più sul nostro IP o addirittura per cambiarlo in caso di estrema necessità.

Ognuno di noi possiede un indirizzo IP su ogni dispositivo che utilizza. È una tecnologia poco conosciuta ancora oggi ma davvero utile, sorprende e innovativa. Ma per capire cosa renda un indirizzo ip così sensazionale e sicuro, bisognerà parlare del VPN, anche detto Virtual Private network, che è il responsabile e il garante della nostra sicurezza in rete. Ecco in cosa consiste.

Connessione VPN: ecco in cosa consiste

Come già preannunciato, il VPN – o Virtual Private Network, se vogliamo chiamarlo con il suo nome per intero – non è nient’altro che un tipo di connessione via internet che concede una salvaguardia della privacy e dei dati personali online molto più accurata. Infatti, l’utilizzo di una connessione VPN consente di esorcizzare tutte le più spiacevoli truffe e hackeraggi che metterebbero in pericolo i nostri dati sensibili in rete crittografandoli. Questo perché la connessione VPN è in grado di consentire il collegamento in rete presentandosi come un comune comuni sito internet, criptando però la connessione in rete, nascondendo l’IP e tutti i dati sensibili che su esso possiamo andare ad inserire.

Si dia il caso, infatti, che tutti i più grandi social network conosciuti come Facebook, WhatsApp, Telegram, Twitter e Instagram – giusto per citarne alcuni – predispongono una connessione VPN, così come anche i nostri gestori telefonici (se non ci credi, prova ad accedere alle impostazioni di rete del tuo smartphone, dove troverai la voce per intero “VPN). E come loro, anche tutti i più grandi o piccoli siti aziendali gestionali, pensati e creati appositamente per registrare tutti i dati aziendali. Questo perché quando si tratta di dati sensibili che siano personali o aziendali è importate salvaguardarli… non sia mai vengano hackerati, rubati e usati illecitamente! Ecco perché la tecnologia VPN è così vitale.

Creare un sito web aziendale con VPN: ecco come

Una cosa che è stata tralasciata nei paragrafi precedenti e che avremmo modo di ricordarla in questo punto è che un sito creato tramite connessione VPN può predisporre l’accesso solamente a uno o a pochissimi utenti.  Infatti, di connessioni VPN ce ne sono di vari tipi, raggruppabili in due grandi classi: ad accesso remoto e site-to-site.Le connessioni VPN ad accesso remoto consentono l’accesso al sito comodamente da una rete privata, come ad esempio quella di casa nostra (pensiamo allo Smart Working e alla possibilità di accedere ai siti delle aziende in cui lavoriamo comodamente da casa durante il periodo del Lockdown). Mentre, le connessioni VPN site-to-site consentono la condivisione di dati da un server all’altro in maniera totalmente sicura e privata secondo però varie modalità che rendono queste stesse connessioni VPN site-to-site Trusted, Secure o Hybrid.

Il mondo delle connessioni VPN è molto vasto e per capirlo è necessaria un’accurata informazione o, ancor meglio, una consulenza ad hoc. Probabilmente, se stai leggendo questo articolo e sei arrivato fino a questo punto è perché l’argomento ti interessa, per creare così il tuo sito aziendale gestionale molto più sicuro. Per cui, prova a cliccare sull’anchor qui sopra. Scopri se il tuo indirizzo IP è sicuro e dotato di connessione VPN. Altrimenti, scegli la connessione VPN più adatta a te!

Imprese: le straniere sfiorano quota 14mila (+5,4% in cinque anni)

in Economia/Tendenze by

La pandemia non frena l’iniziativa imprenditoriale straniera: le imprese guidate da immigrati iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Brescia crescono rispetto al periodo pre-covid del 7,1% attestandosi a fine giugno del 2021 a quota 13.979 e contando più di 30.200 addetti. E’ quanto emerge da una recente analisi del Servizio Studi della Camera di Commercio di Brescia su dati del Registro Imprese.

“Dai dati del Registro Imprese al  2° trimestre del 2021 – è il commento del Presidente della Camera di Commercio, Roberto Saccone – risulta che l’emergenza sanitaria non ha frenato l’iniziativa imprenditoriale straniera che, anzi, è cresciuta del 7,1%, confermandosi ormai parte strutturale dell’imprenditoria bresciana, con una quota pari all’11,8% del totale. Ciò è testimonianza del fatto che la vivacità economica del nostro territorio offre numerose opportunità di business anche all’universo multietnico presente nella provincia di Brescia”.

Il fenomeno dell’imprenditoria straniera rappresenta, ormai, una parte strutturalmente significativa del tessuto imprenditoriale bresciano con una quota che si è stabilmente attestata all’11,8% del totale delle imprese registrate. E’ il risultato della continua vitalità imprenditoriale dei cittadini di nazionalità straniera che ha caratterizzato gli ultimi anni. Negli ultimi cinque anni spicca l’andamento positivo delle imprese straniere che sono cresciute del 5,4% contrariamente al totale delle imprese che, invece, sono diminuite dello 0,8%.

La quota più rilevante si conferma quella costituita da imprese di origine extra UE (nell’82,6% di queste aziende il controllo è esercitato da soggetti di nazionalità non comunitaria) che è anche la componente più dinamica cresciuta rispetto al periodo pre-pandemico del 7,7% e del 5,2% negli ultimi cinque anni.

L’importanza della partecipazione degli stranieri nel tessuto imprenditoriale bresciano è evidente anche nel confronto territoriale. Brescia si colloca in quinta posizione a livello lombardo per incidenza delle imprese straniere sul totale ed al 31° posto su scala nazionale.

1 2 3 214
Go to Top
Vai alla barra degli strumenti