I migliori software per comunicare al meglio in smart working

in Economia/Innovazione by

Se stai lavorando da casa in via eccezionale o sei freelance ed è proprio questa la tua modalità abituale di lavoro oggi ti portiamo a scoprire alcuni software o applicazioni utili per fare in modo che il lavoro in smart working sia efficace e non troppo impegnativo.

Di certo non stupisce che le nuove tecnologie vengano incontro ai bisogni di un lavoratore che deve essere operativo lontano dai suoi colleghi, superiori o clienti. Oggigiorno siamo in grado di fare un’infinità di cose da casa come ad esempio acquistare prodotti online invece di andare al supermercato, seguire lezioni didattiche in remoto o fare partite a giochi tipici di casinò come sistemi di roulette su portali quali Starcasinò.

Con l’obiettivo di facilitare l’integrazione del contesto digitale nei processi di lavoro ecco alcuni strumenti infallibili per mantenere la comunicazione, la produttività i flussi e i ritmi abituali della tua giornata lavorativa.

Slack

Slack è un software disponibile sia per PC che per smartphone in formato app che permette ai membri di un team o di un’azienda di collaborare e mantenere la comunicazione mediante la creazione di conversazioni in gruppo attraverso canali. Questi canali si possono utilizzare per organizzare progetti, conversare su tematiche come riunioni o eventi e mantenere la comunicazione tra i membri di un gruppo specializzato. Tra le sue caratteristiche più importanti si trovano:

  • Possibilità di creare canali tra diverse aziende per comunicare con clienti, fornitori o soci. Possono inoltre essere aperti o chiusi in modo che qualsiasi persona sia in grado di unirsi ad essi o abbia bisogno di un invito per accedervi.
  • Permette l’integrazione con altri strumenti per poterli utilizzare direttamente dall’applicazione e condividere qualsiasi tipo di documenti, immagini e risorse. Ad esempio: Google Drive, Calendar, Salesforce,Zoom, Trello o Gmail.
  • Consente di creare flussi di lavoro per automatizzare determinati compiti.
  • Offre la possibilità di configurare “stati” per indicare la situazione di qualsiasi membro e fare in modo che non venga interrotto. È particolarmente utile per pause, riunioni, vacanze, assenze, chiamate o eventi e, inoltre, consente di contattare qualcuno quando è il momento più adeguato.

Hangouts

Questa applicazione di G Suite è composta da una parte dedicata alle chat e un’altra alle videochiamate che si chiama Meet. Permette di condividere lo schermo ed è integrata con quasi tutti gli altri servizi e software di Google. L’interfaccia è semplice e non sono necessari particolari complementi. Consente di accedere a riunioni direttamente da un evento del calendario o da un invito ricevuto per mail.

Una delle caratteristiche principali di Hangouts è che si possono effettuare chiamate private o trasmetterle su YouTube consentendo a molte più persone di partecipare, come se si trattasse di un webinar.

Zoom

Si tratta di uno strumento per effettuare conferenze in remoto ed è “on the cloud”. Zoom permette di effettuare chiamate con video con fino a mille partecipanti e potendonde vedere fino a 49 sullo schermo. Inoltre, permette di registrare le conversazioni in modo locale o sulla nuvola e possono aggiungersi trascrizioni generate automaticamente da Intelligenza Artificiale.

Una delle funzioni più interessanti è la possibilità di realizzare appunti collaborativi condividendo gli schermi in modo simultaneo, esistono inoltre opzioni come votazioni, domande e risposte, richiesta del proprio turno di parola (alzare la mano virtualmente) o indicatori di attenzione dei partecipanti, tutti elementi che garantiscono riunioni molto interattive.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*