Magazine di informazione economica di Brescia e Provincia

Category archive

Economia - page 106

Notizie economico-finanziarie di Brescia e Provincia

A2A: via libera del Garante della concorrenza all’acquisto di Lgh

in A2A/Cogeme/Economia/Partecipate e controllate by

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha autorizzato l’operazione di acquisizione della quota di maggioranza nel capitale sociale di Lgh. A comunicarlo è una nota inviata oggi da A2A, che fa riferimento al contratto sottoscritto il 4 marzo 2016 con Aem Cremona, Asm Pavia, Astem Lodi, Cogeme e Scs Crema, soci di Linea Group Holding, per la realizzazione di una partnership industriale che prevede l’ingresso di A2A con una quota di maggioranza nel capitale sociale di Lgh.

L’autorizzazione, il cui testo è consultabile sul sito dell’Agcm, prevede, in sintesi, alcuni impegni strutturali di dismissione dell’asset Tmb di Montanaso Lombardo, la cessione di capacità su base quinquennale e alcuni specifiche misure comportamentali. L’autorizzazione da parte dell’Agcm costituisce una delle condizioni al cui avveramento è subordinato il closing dell’operazione di acquisizione della quota di maggioranza nel capitale sociale di Lgh.

A2A, Aem Cremona, Asm Pavia, Asem Lodi, Cogeme e Scs Crema – si legge nel comunicato – “stanno pertanto proseguendo, per quanto di rispettiva competenza, nel lavoro finalizzato al verificarsi delle altre condizioni sospensive, nonché nel completamento delle attività necessarie all’avvio della partnership industriale”.

Il nuovo centro commerciale Ikea apre il 22 settembre

in Commercio/Economia by

La data ora c’è. Aprirà ufficialmente il prossimo 22 settembre il nuovo Elnòs shopping, il megacentro commerciale Ikea di Roncadelle, alle porte della città, che promette di rivoluzionare le abitudini dei bresciani e la viabilità della tangenziale Sud. Nelle prime settimane di lancio, il centro sarà caratterizzato da un vivo programma di eventi. Ma le iniziative collaterali continueranno fitte fino a Natale. Sono mille i posti di lavoro che verranno creati con il nuovo centro.

Indagine Aib, il terziario bresciano cresce nel secondo trimestre

in Economia/Terziario/Turismo by

Le rilevazioni periodiche del Centro Studi AIB si arricchiscono di un nuovo contributo: una snella indagine a periodicità trimestrale destinata al monitoraggio delle dinamiche economiche di breve periodo nel settore dei servizi, comparto sempre più rilevante all’interno del sistema produttivo bresciano.

Buone notizie per il settore terziario in provincia di Brescia nel secondo trimestre 2016: le opinioni raccolte su un panel di operatori associati ad AIB certificano il soddisfacente stato di salute del comparto.

“I dati di crescita sottolineano il ruolo strategico del settore terziario che diventa sempre più fattore abilitante di innovazione per l’impresa manifatturiera – osserva Paolo Chiari, presidente del Settore Terziario di AIB –. Certamente non è semplice per le aziende di questo comparto, statisticamente piccole imprese, riuscire a mantenere il livello di prezzo dei servizi offerti. Le prospettive sono di moderato ottimismo a patto che vi sia la capacità delle imprese del terziario di essere sempre, loro stesse, centri di innovazione”.

Nel dettaglio, in termini di giudizi sui tre mesi precedenti:

il fatturato è cresciuto per il 56% delle imprese, con un saldo positivo del 42% fra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione;

gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +46% e a +18%);

i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano invece per una contrazione (saldo netto -14%).

Le prospettive per i prossimi mesi si confermano tutto sommato rosee, nonostante il clima di diffusa incertezza che caratterizza il quadro macroeconomico complessivo.

Per il fatturato, il saldo fra risposte in aumento e in diminuzione è positivo (+28%); i saldi riferiti agli ordini (+31%) e all’occupazione (+20%) evidenziano segnali analoghi. Le previsioni riferite ai prezzi dei servizi offerti (saldo -4%) indicherebbero che all’orizzonte non vi sarebbero pressioni al rialzo.

In tale contesto, le prospettive in merito alla tendenza generale dell’economia italiana risultano nel complesso negative: il 12% degli intervistati si è espresso in modo favorevole, contro il 16% che ha è orientato verso un indebolimento (il rimanente 72% ha indicato stazionarietà).

A seguito delle dinamiche sopra descritte l’indice sul clima di fiducia nelle imprese bresciane operanti nel settore terziario si è attestato a 124,3 (24,3 punti superiore all’ideale valore di 100 riferito al primo trimestre dell’anno).

Fondazione Aib, Daniele Fano amministratore delegato. Donatella Preti è la nuova dirigente del Liceo Guido Carli

in Aib/Associazioni di categoria/Economia by

Con la nomina di Daniele Fano amministratore delegato di Fondazione AIB e di Donatella Preti dirigente del Liceo Internazionale per l’Impresa “Guido Carli”, giunge a compimento il processo di profonda riorganizzazione delle strutture e delle attività legate all’Education di Associazione Industriale Bresciana, voluto dalla Presidenza di Marco Bonometti.

“Dotiamo la Fondazione di un vertice stabile e qualificato che lavorerà con determinazione per raggiungere i nostri obiettivi sul versante della formazione, a cominciare dallo sviluppo del Liceo per il quale abbiamo selezionato con grande cura i docenti e investito ingenti risorse per l’acquisto della nuova sede, allestita con strutture di assoluta avanguardia. Una scuola che sarà un vero e proprio campus, che i ragazzi potranno frequentare per tutto il giorno con un’offerta didattica complementare pomeridiana. Puntiamo sulla qualità e sul merito, come dimostrano gli ottimi risultati ottenuti da primi due allievi del Carli, capaci di conseguire la maturità con un anno di anticipo”, commenta Paola Artioli, vice presidente di AIB per l’Education e presidente di Fondazione AIB, cui fanno capo, oltre al Liceo Carli, anche Isfor 2000 e il Centro di Formazione.

Daniele Fano, economista con studi a Siena e Harvard, dove è stato anche Teaching Assistant di Macroeconomia, è esperto di formazione e politiche attive del lavoro e autore di diverse pubblicazioni. Tra i numerosi incarichi ricoperti prima di approdare al vertice di Fondazione AIB, Daniele Fano è stato Capo Segreteria Tecnica del Ministro del Lavoro Enrico Giovannini, coordinando vari progetti, tra i quali “Garanzia Giovani”, “Busta Arancione” dell’Inps e la Commissione Congiunta tra i ministri Carrozza e Giovannini sui risultati dell’indagine PIAAC sulle competenze della popolazione in età lavorativa.

Donatella Preti succede a Stefano Corini alla guida del Liceo Carli. Bresciana di Manerbio, una laurea in Economia e Commercio, è stata per sei anni dirigente del liceo Leonardo di Brescia, contribuendo a portare l’istituto a livelli di eccellenza nelle graduatorie scolastiche nazionali. In precedenza è stata dirigente dell’IIS Pascal di Manerbio e vice preside dell’IIS Lunardi.

Brescia, a luglio prove tecniche di fine deflazione

in Economia/Istituzioni/Tendenze by

A luglio, dopo cinque mesi consecutivi di tassi tendenziali negativi, si attenua la deflazione a Brescia. Il tasso tendenziale registra infatti una variazione nulla, mentre il tasso congiunturale (variazione sul mese precedente) segna un +0,2%. L’indicatore di trend conferma, anche se più attenuati, i rischi di deflazione già emersi nei mesi scorsi. L’analisi per tipologia di beni e servizi, evidenzia come siano i prodotti a media ed elevata frequenza di acquisto quelli maggiormente interessati dalla deflazione, soprattutto a causa della componente energetica. Il tasso tendenziale senza la componente energetica sarebbe a +0,7%.

Le divisioni con andamento inflativo sono “Ricreazione, spettacolo, cultura” (+1,4%), “Trasporti” (+1,1%, prevalentemente per fattori stagionali), “Servizi ricettivi e di ristorazione” (+0,5%, per fattori stagionali), “Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili” (+0,3%, soprattutto per i rincari dell’acqua). In diminuzione le “Comunicazioni” (-1,2%), “Prodotti alimentari” (-0,6%), “Bevande alcoliche e tabacchi” (-0,1%) e “Altri beni e servizi” (-0,1%). Variazione nulla per “Abbigliamento e calzature” (saldi stagionali), “Mobili, articoli e servizi per la casa”, “Servizi sanitari” e “Istruzione”. Indicatori di trend segnalano ancora una delicata situazione di possibile ripresa della deflazione.

Roberto Zini designato componente del Gruppo Tecnico per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Confindustria

in Economia/Eventi by

Il Consiglio di Presidenza di Confindustria ha designato ieri Roberto Zini (delegato alle Zone, Settori e Sviluppo Associativo di AIB) componente del Gruppo Tecnico per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Confindustria.

“Il tema della responsabilità sociale d’impresa rappresenta senza dubbio uno dei fattori centrali nel rapporto delle aziende con i loro stakeholder .

E’ la manifestazione della volontà delle imprese di qualsiasi dimensione di gestire correttamente i rapporti con i propri collaboratori, con l’ambiente circostante e con la comunità sociale nella quale operano e intrecciano rapporti quotidianamente.

Parlare di economia civile, di sostenibilità ambientale, di attenzione alle persone dentro e fuori l’azienda, costituisce per noi una priorità e sarà nostro compito dare alle aziende ed ai lavoratori la certezza di operare in un contesto in cui le implicazioni della responsabilità sociale diventino parte integrante della visione strategica d’impresa” dichiara Roberto Zini.

Il presidente di AIB, Marco Bonometti, ha espresso soddisfazione per questa designazione: “Mi congratulo con Roberto Zini per la sua nomina a componente del Gruppo Tecnico per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Confindustria. Imprenditore di grande lungimiranza ed intelligenza, che da anni opera all’interno della sua azienda con grande attenzione a queste tematiche: sono certo che saprà fare un ottimo lavoro, con grande passione. Questa nomina, insieme alla designazione di Giuseppe Pasini a coordinatore del tavolo per l’Energia, è un ulteriore riconoscimento al ruolo e al peso del manifatturiero bresciano e all’importanza dell’Associazione Industriale Bresciana”.

Ricordiamo che i sedici Gruppi tecnici (Made In, Scienze della vita, Fisco, Ricerca e Sviluppo, Internazionalizzazione associativa, Ambiente e sostenibilità, Cultura e Sviluppo, Welfare, Reti di Imprese, Servizi associativi, Logistica, Energia, Responsabilità Sociale d’Impresa, Formazione professionale/Alternanza scuola–lavoro, Paesi dell’Est, Credito e Finanza) svolgeranno attività a supporto del Consiglio di Presidenza sulle tematiche prioritarie per Confindustria.

Vino, dalla Regione 3,4 milioni per le cantine del territorio

in Agricoltura e allevamento/Economia/Evidenza by

“Regione Lombardia ha allocato l’intero budget delle risorse a disposizione per l’Ocm Vino per la campagna 2016-17 e questa e’ la migliore risposta per chi continua a insistere nel tentativo di centralizzare l’operazione. Non sarebbe necessario, se tutte le Regioni funzionassero come la Lombardia”. Cosi’ l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, annuncia che la graduatoria delle domande ammissibili a finanziamento sulla quota regionale per la promozione del vino sui mercati dei paesi terzi e’ stata inviata al ministero delle Politiche agricole, secondo la nuova formula che vede il Mipaaf competente nella validazione dell’operazione.

SOGGETTI BENEFICIARI E PROGETTI – “La spesa ammessa per progetti di internalizzazione extra-Ue – comunica Fava – e’ di oltre 14,2 milioni di euro, mentre il contributo regionale lombardo e’ di 3,4 milioni, impiegato per intero e a vantaggio di operazioni che coinvolgono cantine lombarde, ma anche progetti multiregionali con capofila la Lombardia o altre regioni”. Fra i soggetti beneficiari: ente Vini bresciani, azienda agricola Mirabella, Consorzio Lieti Calici (Cina), Consorzio tutela vini Oltrepo’ Pavese, Consorzio tutela Franciacorta, As.co.vi.lo., Ati Lombardy Taste, Guido Berlucchi & C. spa, Ca’ del Bosco srl, Consorzio Lieti Calici (Usa), Castello del Poggio. I progetti multiregionali con capofila la Lombardia: Consorzio tutela vini Lugana, Ati Interwine Scarl. I progetti multiregionali con capofila con capofila altre regioni: Ati Farnese Vni srl, Consorzio Divinitalia, Associazione Dop in the World, Ati Vip, Ati Consortium Vini.

L’imprenditore Stefanina ferito in un agguato a Capo Verde

in Economia/Evidenza/Turismo by

La paura è stata tanta, ma per fortuna non si è consumato il dramma e sabato Andrea Stefanina, imprenditore bresciano, tornerà a casa da familiari e amici. Il 64enne – che si trovava a Capo Verde per gestire i suoi affari – è stato vittima di un agguato nella serata di ieri: mentre era alla guida della sua auto e stava rientrando in uno dei diversi alberghi che gestisce un colpo di pistola lo ha raggiunto, colpendolo al braccio. A diffondere la notizia è stata la moglie, Diletta Scaglia, durante l’ultimo consiglio comunale (dove siede tra i banchi del Pd). Stefanina è stato lievemente ferito, ma se la caverà con pochi giorni di cure.

Gossip: Sala lascia la terza moglie per la figlia di Bazoli?

in Economia/Evidenza/Gossip by

La notizia è priva di conferme ufficiali, ma la fonte – il popolare sito Dagospia – è di quelle che spesso ci prendono. Il primo cittadino di Milano avrebbe preso una cotta importante per una bresciana Doc, figlia di uno dei nomi più noti della Leonessa (e d’Italia). Secondo il sito, infatti, Sala avrebbe deciso di lasciare la terza moglie per stare con Chiara Bazoli, figlia del presidente emerito di Intesa e partner di Urbano Cairo nella recente scalata al Corsera. Galeotto, secondo Dago, sarebbe stato un incontro in occasione di Expo, tra l’ex commissario e lamanager della Fondazione Feltrinelli che curava i contenuti della manifestazione.

Aib, i giovani talenti di “Best” pronti a entrare in azienda

in Aib/Associazioni di categoria/Economia/Formazione by

Sei aziende bresciane partner del progetto “Best Brescia”, promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di AIB, sono pronte ad accogliere sette ragazzi di talento, offrendo loro una prima esperienza di lavoro con un contratto a tempo determinato di sei mesi.
Si è da poco concluso infatti il processo di selezione, curato da Trenkwalder, che ha individuato i profili più idonei tra i giovani freschi di diploma degli istituti superiori del territorio. Ragazzi che hanno deciso di mettersi in gioco nella seconda edizione di Best (Business Excellent Student Talent), voluta dagli imprenditori under 40 di AIB guidati da Alberto Faganelli, per avvicinare scuola e imprese.

Giorgio Spalenza, appena diplomatosi all’istituto Cossali di Orzinuovi, lavorerà alla AS Borsoni Worldwide, mentre Claudio Bianchetti del Golgi di Brescia farà la sua prima esperienza al Colorificio Bresciano. Due ragazzi, Serena Verzeletti dell’Einaudi di Chiari e Federico Zanoni dell’Antonietti di Iseo, saranno accolti dalla Italian Gasket, Davide Gasparetti dell’Antonietti dalla Umr e Idi Songne del Moretto di Brescia dalla Ntm. Infine,  Massimiliano Farnedi, pure lui proveniente dall’Antonietti, andrà alla Cibek.

“Partecipare a questa prova mi ha reso più sicuro e fiducioso. Sono state riconosciute le mie capacità e sono certo che l’esperienza lavorativa contribuirà alla mia formazione”, commenta Giorgio Spalenza, mentre Serena Verzeletti sottolinea come l’opportunità offerta da Best sia “da cogliere al volo. A noi giovani non capita tutti i giorni di ricevere un contratto con un’azienda che si impegni a migliorare le nostre potenzialità”.

“Un progetto cresciuto rispetto alla prima edizione, con il quale rinsaldiamo il legame tra scuola e impresa e che rappresenta davvero una concreta opportunità di inserimento nel mondo del lavoro. Lo scorso anno, al termine dei sei mesi, tre dei cinque ragazzi selezionati hanno infatti ottenuto un contratto a tempo indeterminato”, spiega Anna Tripoli vice presidente dei Giovani AIB con delega alla Commissione Scuola.

“Quest’anno abbiamo cercato i talenti migliori in quattro diverse aree di specializzazione: informatica, chimica, commerciale e meccanica. Tanti ragazzi si sono messi alla prova in un percorso di selezione molto impegnativo, che prevedeva la stesura di un curriculum, test di gruppo, colloqui “speed date” e prove pratiche in azienda. Un’esperienza, quindi, molto utile anche per chi alla fine non è stato selezionato”, conclude Alice Palumbo, project leader di Best.

Go to Top
Vai alla barra degli strumenti