soldi

Parolini: un bando da 300 milioni di euro per sostenere le imprese

in Bandi/Economia/Istituzioni/Regione/Startup by

“Oggi condividiamo con i protagonisti del tessuto economico ed istituzionale bresciano le nuove iniziative che abbiamo messo in campo, tra cui ‘Al Via’, il bando piu’ importate della legislatura per la crescita delle imprese, una misura straordinaria dal valore di quasi 300 milioni di euro per sostenere investimenti strategici come l’acquisto di macchinari e per la digitalizzazione e lo sviluppo della manifattura 4.0, per interventi su immobili o per finanziare interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive. Il bando tiene conto della presenza nella nostra regione sia di medie imprese che di un gran numero di piccole imprese. Infatti sono finanziabili anche interventi di piccole dimensioni, a partire da 50.000 euro, fino a quelli piu’ rilevanti, fino a 2.850.000 euro”. Cosi’ Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, nel pomeriggio, a Brescia, per illustrate agli amministratori locali, alle associazioni e agli operatori del territorio le piu’ recenti opportunita’ di Regione Lombardia a favore del sistema produttivo, a sostegno della ripresa e dell’occupazione.

IMPEGNO REGIONE – “Il nostro obiettivo – ha dichiarato Parolini – e’ rilanciare in modo sussidiario il sistema produttivo ed accrescere fiducia e competitivita’ in un momento in cui si intravedono segnali di crescita, che vogliamo consolidare dentro un piano complessivo di sostegno all’impresa. A questa misura si aggiungono infatti quelle che abbiamo messo in campo per le startup a vocazione sociale e le imprese cooperative, per il sostegno della filiera dell’edilizia, della moda e del design o, ad esempio, quelle dedicate al sostegno al credito, all’export e alla promozione del sistema fieristico”.

MISURA UNICA IN ITALIA – “Al Via, in particolare, ha caratteristiche uniche, perche’ – ha spiegato l’assessore – non esiste in Italia un intervento simile cosi’ significativo in grado di offrire un mix di finanziamenti agevolati, garanzia gratuita a carico di Regione Lombardia e contributi a fondo perduto a sostegno degli investimenti. Inoltre i contributi derivanti da questa misura possono essere cumulati anche con il superammortamento e l’iperammortamento previsti a livello nazionale per chi investe nell’industria 4.0”.

2017, ANNO FAVOREVOLE PER RILANCIO IMPRESE – “Stiamo infatti seguendo da vicino – ha sottolineato l’assessore -, anche in collaborazione con le associazioni di categoria, lo sviluppo del
sistema lombardo su Manifattura 4.0, con l’obiettivo di integrare in modo virtuoso i nostri incentivi con gli aspetti di natura fiscale, che sono leva propria dello Stato. Un impegno a tutto campo che fa del 2017 un anno particolarmente favorevole per il rilancio delle nostre imprese, puntando sull’innovazione con una grande attenzione a creare nuovo posto di lavoro”.

L’IMPEGNO SU BRESCIA – “A oggi, durante il mandato, in provincia di Brescia, – ha ricordato infine Parolini – abbiamo concesso contributi e incentivi per oltre 140 milioni di euro. Un impegno che ha permesso di sviluppare in una delle province piu’ importanti della Lombardia piu’ di 270 milioni di investimenti negli ambiti di commercio, turismo, attivita’ produttive e terziario e che oggi vogliamo rilanciare con queste nuove iniziative”.

PROMUOVERE AGGREGAZIONE – “E’ inoltre importante intensificare gli sforzi per favorire e promuovere l’aggregazione tra imprese, la contaminazione tra settori differenti, con dimensioni
diverse, e la valorizzazione delle filiere di eccellenza quali driver di sviluppo. E’ questo, insieme alla creazione di un nuovo ecosistema pubblico piu’ amico delle imprese, – ha aggiunto Parolini – un obiettivo che stiamo perseguendo in modo sistematico insieme alle associazioni per accrescere le dimensioni delle aziende e la loro competitivita’, preservando la particolare realta’ produttiva bresciana e lombarda che e’ fatta anche di micro imprese”.

RISORSE – Duecentonovantacinque milioni di euro, di cui 75 milioni di euro da fondi europei POR FESR 2014-20, 110 milioni da Finlombarda (risorse BEI, Banca Europea di Investimento) e 110 milioni da intermediari finanziari convenzionati.

SOGGETTI BENEFICIARI – Pmi

TEMPI – La domanda puo’ essere presentata esclusivamente attraverso l’indirizzo internet www.siage.regione.lombardia.it a partire dalle ore 12.00 del giorno 5 luglio 2017 fino al 31 dicembre 2019, data di chiusura dello sportello.

SPESE AMMISSIBILI – La misura prevede due linee d’intervento:  – Linea Sviluppo aziendale dedicata agli investimenti per programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo (spese per acquisto macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalita’ produttive; sistemi gestionali integrati; acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione; opere murarie, opere di bonifica, impiantistica);  – Linea Rilancio aree produttive per interventi finalizzati alla riqualificazione e/o riconversione di aree produttive, ivi compreso l’acquisto di immobili.

TRE TIPOLOGIE DI INTERVENTO: FINANZIAMENTO – L’importo previsto e’ tra un minimo di 50.000 euro e un massimo di 2.850.000 euro con un tasso di interesse pari alla media ponderata dei tassi
applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda (BEI) e dagli intermediari convenzionati. La durata e’ compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 6 anni incluso l’eventuale preammortamento, mentre la modalita’ di erogazione prevede la possibilita’ di anticipazione dal 20% fino al 70% del finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto.

GARANZIA – La garanzia regionale (prestata a titolo gratuito) copre a prima richiesta fino al 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento. Il Fondo di garanzia opera con una leva del 25% sui finanziamenti garantiti.

CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE A FONDO PERDUTO – Linea sviluppo aziendale: fino al 10% delle spese ammissibili – 15% nel caso di premialita’ (programmi di riconversione ‘area Expo’, investimenti incentivanti in modelli di Manifattura 4.0, capacita’ aggregativa, certificazione ambientale). Investimenti Linea Rilancio Aree produttive: fino al 15% delle spese ammissibili.

WONDERFOOD AND WINE –  Bando finalizzato a sostenere progetti di promozione turistica dell’offerta enogastronomica lombarda realizzati da soggetti singoli o in forma aggregata, nell’ambito del progetto regionale ‘Sapore in Lombardia’. Le idee progettuali preliminari, a cui seguira’ una fase negoziale, possono essere presentate fino al 30 giugno 2017. La dotazione e’ di euro 1.258.000. Beneficiari del contributo regionale sono consorzi, imprese consortili e fondazioni. In forma aggregata possono presentare domanda anche associazioni di categoria, tra imprese e di professionisti; quartieri fieristici e organizzatori fieristici; soggetti pubblici e privati che si occupano di comunicazione e promozione turistica e del territorio.
Il contributo regionale, pari al 70% delle spese complessive ammissibili, sara’ a fondo perduto e non potra’ essere superiore a 50mila per i soggetti in forma singola e 75.000 euro per le aggregazioni.

ATTRACT –  Iniziativa pilota sui Comuni sostenuta da 10 milioni di euro in fase di attuazione e sviluppo che prevede un percorso guidato da Regione Lombardia e finalizzato allo sviluppo di un  ‘contratto’ con gli enti locali per attrarre investimenti produttivi, contare su tempi certi, accompagnare gli investitori ed offrire oneri calmierati.

PREMIO IMPRESE DI VALORE – Premio rivolto alle aziende che operano in diversi settori del mondo imprenditoriale: commercio, industria, artigianato, servizi e turismo. Ogni impresa, nel completare la propria domanda di ammissione al concorso, dovra’ descrivere la propria buona prassi: quell’idea vincente che le ha permesso di distinguersi nel proprio mercato, gli obiettivi raggiunti e l’originalita’ di un modus operandi che si traduce in vantaggio competitivo. In palio 210 mila euro di montepremi complessivo suddiviso in 23 premi: dai 15 mila euro per i primi 3 tre classificati ai 5.000 euro per le aziende che si aggiudicheranno gli altri 9 premi. Domande aperte fino alle ore 12.00 del 5 settembre 2017.

RETAIL STREET AWARD – Iniziativa che premia la capacita’, le modalita’ e i risultati con cui aggregazioni di imprese commerciali (associazioni, consorzi, comitati o gruppi spontanei di imprese composti da almeno 4 imprese) riescono a svolgere un ruolo di promotori dell’innovazione e dello sviluppo imprenditoriale del territorio nell’ottica della riqualificazione urbana. Candidature dal 12 giugno fino al 14  luglio 2017; premi fino a 20.000 euro a progetto. Totale stanziato: 260.000 euro.

BANDO FIERE (di prossima apertura) – Iniziativa da quasi 1,6 milioni di euro che finanziera’ l’innovazione dell’offerta fieristica, col sostegno al lancio di nuovi eventi, al rilancio con un nuovo format di eventi esistenti e al trasferimento in Lombardia di eventi fuori territorio, la promozione delle manifestazioni lombarde, in Italia e all’estero e promozione integrata del territorio, per promuovere l’attrattivita’ turistica del territorio presso il pubblico business delle fiere. A questi si aggiunge una nuova area di intervento per il
sostegno allo sviluppo aziendale, che include la digitalizzazione dei servizi e la formazione del capitale umano. Beneficiari saranno i soggetti organizzatori di manifestazioni fieristiche e soggetti gestori o proprietari di quartieri fieristici riconosciuti ai sensi della legge regionale in materia. I contributi, a fondo perduto, da 50.000 a 140.000 euro.

BANDO START UP INNOVATIVE A VOCAZIONE SOCIALE (di prossima apertura) – Iniziativa finanziata con 1 milione di euro che sosterra’ la realizzazione di progetti di innovazione di servizi, processi e metodi ideati per risolvere in modo efficace un problema della comunita’ di riferimento, con l’obiettivo di interessare la popolazione locale verso una problematica comune, mobilitare risorse, attirare investimenti. Contributi fino a 100.000 euro rivolti a start up che operano tutti i settori di attivita’ previsti dalla normativa con particolare riferimento ai seguenti campi di applicazione: turismo sociale, welfare culturale e servizi alla persona.

SOSTEGNO IMPRESE COOPERATIVE (di prossima apertura) – Fondo da 10 milioni di euro per il sostegno al credito rivolto alle imprese cooperative, cooperative sociali e consorzi di cooperative per sostenerne la nascita e la competitivita’ con particolare attenzione alle iniziative intraprese da lavoratori provenienti da imprese sottoposte a procedure fallimentari ovvero in condizione di ‘svantaggio lavorativo’. Contributi fino a 1 milione di euro.

TURISMO E ATTRATTIVITA’ – Bando da 32 milioni di euro (appena chiuso) che finanzia, attraverso contributi a fondo perduto fino 50.000 euro, interventi e progetti di riqualificazione delle strutture ricettive gestite in forma imprenditoriale, dei bed & breakfast, dei bar e dei ristoranti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*